Cral Eni, torna Zelig Lab

Mediagallery

C’è una piccola storia di successo accaduta in Toscana in questi anni: Un gruppo di comici in una piovosa serata di Ottobre apre la stagione del suo spettacolo con sole venti persone in sala. Ma, nonostante gli inizi poco lusinghieri, i ragazzi non si perdono d’animo. Dopo avere creato nuovi sketch, monologhi e battute, puntata dopo puntata accade la magia del cosiddetto “passaparola” e gli spettatori crescono da 20 a 300 in poche sere , fino ad arrivare a riempire il Teatro, durante l’anno, con una serie di “Tutto Esaurito” da capogiro.

Il gruppo in questione è quello dei comici toscani del Teatro Cral Eni e il laboratorio è quello di “Zelig Lab on the road Livorno”, unico laboratorio Zelig per la Toscana, che riapre i battenti Giovedi’ 16 Ottobre (nello stesso giorno ci saranno i provini per entrare nel cast. Ci si puo’ già iscrivere all’ indirizzo www.areazelig.it/lab_provini). Per l’occasione parliamo con l’autore e regista dello spettacolo Marco Vicari.

Dopo due anni di grandi successi riparte Zelig Livorno? Un bilancio?

Siamo molto soddisfatti. Il fatto che ogni due Giovedi’ vengano a vederci non solo da Livorno ma da tutta la Toscana conferma la qualità del nostro spettacolo. Siamo una grande famiglia e l’affetto che il pubblico ci dimostra è la riprova che si sta lavorando bene.

Ogni due Giovedi’ chi vuol vedere la nuova generazione della comicità Toscana viene al Teatro Cral Eni da ogni parte della regione. Qual’è  il segreto del successo di Zelig Livorno?

Sicuramente il “team” ormai ben rodato. E’ indubbio che si sta formando un nuova “generazione” della comicità Toscana, come fu ai tempi per la gloriosa “Aria Fresca”, che riempe i teatri e porta avanti la tradizione comica della nostra regione. Altro segreto è la creatività. Per ogni puntata lavoriamo insieme ai comici alla creazione di nuovi personaggi, sketch e monologhi. Questo il pubblico lo avverte e lo apprezza.

Cos’è lo Zelig Lab Livorno?

E’ una palestra creativa per comici. Il mio lavoro in quanto autore dello spettacolo è quello di lavorare con i ragazzi e scrivere con loro le tante novità che il pubblico vedrà sul palco e che poi,magari, diventeranno i cavalli di battaglia degli artisti. E’ in questo modo che sono nati la “Rose” del Titanic di Katia Cianci, “Gli Amici” di Terreni e Pelosini, la “Grazia” di Silvia Lepri, il “giurato” di Piero Torricelli, solo per citarne alcuni, e tanti dei monologhi visti sul palco. La nostra parola d’ordine è “rinnovarsi”, solo sperimentando un comico ha la possibilità di crescere. Per un artista vale sempre quel detto secondo cui “O ci si allena ogni giorno a nascere, o ci si allena a morire”. Ecco, noi vorremmo essere una folle “nursery della comicità”.

Giovedi’ 16 Ottobre oltre alla prima puntata di Zelig Lab Livorno ci saranno in giornata anche i provini per entrare nel cast.. Cosa cercate negli aspiranti comici?

Diciamo che il mantra che suggerisco sempre ai comici è “Siamo nel 2014” . Molto spesso ai provini vedo sketch o personaggi identici a quelli già visti negli anni 90′ o 80′. Oppure, altra cosa che penso sia un danno per un comico, specie se giovane, è l’uso di vecchie barzellette o  giochi di parole inseriti nei testi per strappare la risata, senza un concetto o un’idea di fondo… L’effetto “YMCA” è sempre dietro l’angolo…

Cosè  “l’effetto YMCA”?

E’ tipo  l’effetto delle canzoni che si mettono a fine serata ad una festa,  i grandi classici del passato tipo “YMCA” o “Maracaibo”. Sono il segnale che la serata è finita. Un laboratorio deve essere altro: creare cose nuove per far continuare lo “show” e far evolvere gli artisti e la comicità. In questo senso siamo orgogliosi che uno spazio come il nostro abbia sempre una bella quantità di monologhi in scaletta, un genere troppo poco frequentato in Italia.

Ci sono altri progetti che segui come autore in questo momento?

Con tanti bravissimi comici sto  cercando di far crescere due nuovi Format. Il primo è lo show “Fratelli Toscani”, una folle reunion familiare, che andrà in scena di nuovo il 18 Ottobre a Firenze al Teatro Nuovo del Circolo Arci Lippi coinvolgendo tutta la nuova “scena” dei comici toscani di cui molti del lab. Il secondo è “Rido Abbestia”, lo show sulle “grandi domande dell’uomo moderno”, in cui cinque comici si alternano sul palco rispondendo comicamente ai grandi quesiti della vita (esperimento già messo in scena a Pisa). In piu’ ci sono gli spettacoli scritti per i singoli comici: al Teatro Puccini di Firenze Giovedi’ 20 Novembre  debutta il nuovo  spettacolo di Paolo Hendel, il 7 Dicembre sempre al Puccini torna il fortunato “Italiani Veri”, Sabato 15 Novembre sempre a Firenze ci sarà “All’alba perdero’ ” spettacolo sui grandi perdenti dello sport scritto con Andrea Muzzi e invece Sabato 4 Ottobre allo Spazio Mixart a Pisa torna “Tutta colpa di Steve”, lo spettacolo scritto con Andrea Cappellini.

La location di Zelig Lab è sempre il Teatro Cral Eni?

Si’ anche quest’anno il Teatro Cral ENi, grazie ad una illuminata direzione e allo Staff che porta avanti molti progetti interessanti, si conferma uno spazio importantissimo per il teatro e la comicità in Toscana. Basti pensare ai tanti spettacoli messi in scena in questi anni (da Migone al Trio “Tegami”) e alle tante iniziative intraprese tra cui il corso di Teatro di Claudio Marmugi. Io stesso riprendero’ una nuova versione estesa del mio corso “La scrittura comica per il palco” al Teatro Cral da Gennaio (mentre da Novembre lo stesso corso partirà a Pisa).

Cosa ci aspetta per Giovedi’ 16 e per l’intera  stagione di Zelig Lab?

Tutto il cast confermato piu’ alcune graditissime new entries e “ospiti guest” che ci onoreranno con la loro presenza nel gruppo e una fantastico “saggio finale” allo Zelig milanese. In piu’ una serie di nuovi personaggi, monologhi e sketch a cui stiamo lavorando.  Promettiamo al pubblico solita qualità e magari una durata piu’ sopportabile…in certe serate, avendo tante cose da provare,  abbiamo fatto dei veri e propri spettacoli kolossal da tre ore… Mi sento comunque di dire, anche a nome di tutti i comici, che si riderà di nuovo “Abbestia!”

L’appuntamento è dunque per Giovedi’ 16 Ottobre, ore 21;30 per Zelig Livorno (Teatro Cral Eni – Viale Ippolito Nievo 38 – Ingresso 5 euro. Prevendita già aperta presso il Teatro). Nello spettacolo sarà presente anche “Quilivorno” con la consueta rubrica “Notizie folli”. Zelig Livorno è formato da Nico Pelosini, Katia Cianci, Valerio Delfino, Giacomo Terreni, Gli Ultimi della Fila, Andrea Cappellini, Daniele Magini, Piero Torricelli, Mattia Zoboli, Stefano Martinelli, Stefano Santomauro, Pamela Nascetti, Simone Gambis, Silvia Lepri, Maurizio “Ceccarino” Borgogni, I Progildan, Claudio Marmugi, Michele Crestacci, la Disturbanda piu’ tanti “guest”. Autore e Regista Marco Vicari. L’appuntamento con la risata è dunque per il 16 Ottobre al Teatro Cral ENi, ore 21;30 (Viale Ippolito Nievo 81) con Zelig Livorno. Autori e comici assicurano “Si ride abbestia”

 

 

 

Riproduzione riservata ©