Tuffo nei fossi contro la Sla

Mediagallery

Altro che secchiata! Un gruppo di ragazzi livornesi (Nicolò Cecioni, Saverio Cecioni, Lorenzo Curti, detto Gane, e il peruviano Erick Pahuara detto Kamacho) si è spinto oltre (come di consueto potete trovare il link al video in fondo all’articolo e guarda qui il video di Paulinho) decidendo di partecipare all’Ice Bucket Challenge con un tuffo nei fossi. Dove? In piazza dei Domenicani. L’idea è stata di Kamacho e tutti gli amici l’hanno accolta subito con entusiasmo. Hanno cercato un posto dove fosse abbastanza facile risalire e si sono tuffati.
Non è stato solo un tuffo dettato dall’idea di fare qualcosa di originale per guadagnarsi l’apertura sui quotidiani. I ragazzi, infatti, mostrano nel video il bollettino con cui hanno versato un’offerta alla Fondazione Stefano Borgonovo Onlus a favore della ricerca contro la Sla, proprio come vuole lo spirito dell’iniziativa a cui si sono prestati personaggi di tutto il mondo, dallo sport, allo spettacolo, passando per il cinema.
“Abbiamo scelto di tuffarci nei fossi – spiegano – e di non fare la classica doccia fredda perché era troppo banale e ormai non aveva più senso. Invece il tuffo nei fossi è da veri livornesi. E abbiamo scelto uno dei posti più caratteristici della città proprio per questo. Noi ci sentiamo veri livornesi e siamo attaccati alle nostre origini e tradizioni. A inizio secolo nei canali facevano il bagno senza problemi e ci allevavano pure le arselle. Oggi purtroppo l’acqua è inquinata ma noi non ci siamo lasciati intimorire dalla paura dello sporco. Il tutto, ovviamente, spinti da una nobile causa come la lotta contro la Sla”.

Riproduzione riservata ©