“Si fa presto a dire famiglia” con Melita Cavallo

Mediagallery

Sabato 9 aprile, alle ore 17.30 va in scena l’ultimo appuntamento della rassegna Love&Pride. Si fa presto a dire famiglia è un dibattito – convegno organizzato in occasione dell’uscita del libro di Melita Cavallo, già presidente del Tribunale dei Minori di Roma, giudice che ha operato per oltre trent’anni nelle aule dei tribunali per i minorenni ed ha emesso in Italia le prime, storiche, sentenze di stepchild adoption (adozione del figlio del partner) per coppie omosessuali.

Sarà un appuntamento importante e con ospiti illustri, per discutere del tema famiglia, senza discriminazioni nei confronti di nessuno, ma apertura a orizzonti nuovi, moderni e di sicuro interesse per la società tutta.

Nella prestigiosa cornice della Sala Cerimonie del Comune di Livorno, insieme alla presidente Cavallo partecipano la vicesindaco del Comune di Livorno con delega alle Pari Opportunità, Stella Sorgente; l’avvocata ed ex assessora, Maria Pia Lessi, presidente della Sezione Livornese Osservatorio del Diritto di Famiglia; l’avvocata Federica Tempori, attivista di Famiglie Arcobaleno e di Rete Lenford – Avvocatura per il Diritti Lgbt; e Pietro Pellegrini, psicologo e psicoterapeuta analitico transazionale di Performat Salute. Modera l’incontro Francesco Belais, giornalista, con letture a cura dell’attore livornese Lorenzo Bugliesi. L’inziativa è organizzata e promossa da Livorno Rainbow – Coordinamento Lgbt, con la compartecipazione del Comune di Livorno e in collaborazione la casa editrice Laterza e Performat Salute.

L’evento è accreditato dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Livorno (n. 2 Crediti Formativi). I professionisti interessati ai crediti dovranno iscriversi inviando una mail a: [email protected]

Melita Cavallo – Si fa presto a dire famiglia (Editori Laterza, 2016)

Famiglie tradizionali, ricostituite, ricomposte, monoparentali, omosessuali: prendere atto di tutti gli scenari in cui interagiscono oggi genitori e figli è il primo passo per garantire il benessere dei bambini. Dalla quarantennale esperienza di uno dei più noti giudici minorili italiani, quindici storie vere che raccontano come si è trasformato l’arcipelago dei legami affettivi.
Questo libro propone una galleria di storie vere e insieme esemplari: troveremo i casi di Remo e Katia, vittime di una madre anaffettiva e incurante; di Lira, che a otto anni comprende e accetta l’amore omosessuale del padre; di Lina, madre adottiva alla ricerca disperata dei genitori naturali del figlio diciottenne; di zia Flora e zia Rosa, due anziane signore che si prendono cura di una bambina appena nata; di Lucia, vittima di abusi da parte del compagno della madre; e poi di Luca, figlio felice di una coppia omogenitoriale…
Queste e altre testimonianze ci fanno entrare nel vivo delle vite di bambini e famiglie che si affacciano ogni giorno nelle aule del Tribunale per i minorenni, in cui l’autrice ha operato per oltre trent’anni. L’obiettivo è non solo quello di far luce sui cambiamenti profondi della famiglia, ma anche di sollecitare scelte efficaci in tutti coloro che hanno un ruolo educativo verso bambini e ragazzi.

Riproduzione riservata ©