Santa Giulia, gli eventi fra feste e sport

Mediagallery

Anche quest’anno Livorno festeggia la sua patrona, Santa Giulia, con un programma ricco di iniziative. Oltre alle celebrazioni liturgiche e ai pellegrinaggi, in questi giorni sono in calendario concerti, feste per i giovani, iniziative di solidarietà e giornate per la pace. Per i bambini sono montati giochi e attrazioni in Piazza XX Settembre e in Piazza della Repubblica.ù

Il calendario degli appuntamenti

22 MAGGIO
Ore 17.30 Solenne Celebrazione in Cattedrale presieduta dal Vescovo mons. Giusti.
Ore 18.45 processione per le vie del centro città con la partecipazione della Livornina e della Fanfara della Brigata Folgore.
Ore 19.30 Fortezza Nuova- Piazza della Repubblica – Coppa S. Giulia – Gara remiera a inseguimento.

24 MAGGIO
Ore 15.00 Pellegrinaggio dei ragazzi e dei bambini a Montenero. Ritrovo piazzale Giovanni XXIII.
Ore 21.00 Parrocchia S. Giovanni Bosco – Coteto, Processione Mariana per le vie del quartiere

28 MAGGIO
Giornata Cittadina per la Pace, promossa dalla Comunità di Sant’Egidio nel giorno anniversario dei bombardamenti che colpirono la città durante la seconda guerra mondiale
Ore 17.00 Piazza del Comune, Itinerario della Memoria per le vie del Centro. Ore 19.00 Scali D’Azeglio omaggio alle vittime di tutte le guerre. Ore 21.00 Fortezza Vecchia “W la Pace” festa per i ragazzi e le famiglie

Durante i giorni della festa, in piazza XX Settembre e in piazza della Repubblica attrazioni e giochi per i bambini.

L’ultima volta di Cosimi (di Roberto Olivato) – Ultima partecipazione da sindaco per Alessandro Cosimi alla festa di S. Giulia: “Questa è la mia ultima partecipazione da sindaco alla festa della patrona di Livorno città laica ma dove, nonostante la sua marcata laicità sociale, ha saputo aprirsi ad una chiesa che, a sua volta, ha saputo integrarsi agendo in sinergia con l’amministrazione, partecipando attivamente alla ricerca di soluzioni alle problematiche della città”.
Il breve intervento di Cosimi è apparso più che una commemorazione della Patrona, un saluto ed un ringraziamento al vescovo Giusti per l’attività sociale svolta dalla diocesi. Monsignor Giusti, intervenuto subito dopo il primo cittadino, ha ricordato brevemente la storia della giovane martire ricordando la caparbietà dei livornesi nel volere trattenere in città una reliquia di Santa Giulia, prima che il corpo della santa venisse trasferito a Brescia: “A dimostrazione dell’affetto e della forte devozione alla santa Patrona che i livornesi ripongono nella loro Patrona, ma vi è un altro segnale della devozione, rappresentato dalle numerose ragazze di nome Giulia presenti a Livorno”.
A trasportare le reliquie della Santa a S.Jacopo, i mezzi dell’Svs giunti sul piazzale della chiesa, dopo l’esibizione della fanfara della Brigata Folgore che ha intrattenuto la folla in attesa dell’inizio della cerimonia che è terminata con il tradizionale spettacolo dei fuochi artificiali. Il martirio di S.Giulia, causato dall’essere cristiana, è ancora purtroppo di grande attualità come dimostrano due martiri contemporanee: la pachistana Asia Bibi madre di cinque figli, condannata a morte ed in carcere da quattro anni, oppure la sudanese Mariam Yehya Ibrahim, 27 anni incinta di otto mesi, condannata a morte per impiccagione, perché cristiana. I secoli passano, ma le persecuzioni sembra proprio di no .

La Coppa Santa Giulia – La Coppa “Santa Giulia” si svolgerà giovedì 22 maggio a partire dalle ore 19.30. Si tratta di una gara a inseguimento su un percorso di circa 800 metri, con partenza ed arrivo nello specchio d’acqua prospiciente gli Scali delle Cantine, di fronte alla cantina del Pontino San Marco. Le gare in programma sono quattro: la “Juniores Minipalio”, la “4 Remi femminile”, le “Gozzette” a 4 remi e i “Gozzi” a 10 remi. Le gare sono tutte a eliminazione diretta, con le imbarcazioni che si affronteranno a due a due. Le partenze sono previste a intervalli di circa 10 minuti. Si comincerà alle 19.30 con le eliminatorie degli ”Juniores Minipalio” e “4 Remi femminile”. In entrambi i casi gli equipaggi gareggeranno su gozzette a 4 remi. Al “Minipalio” partecipano gli equipaggi delle cantine Pontino San Marco, Livorno Sud, Venezia, Salviano/Colline, Borgo. Alla gara “4 remi femminile” gli equipaggi di Livorno Sud, Borgo Cappuccini, Labrone, Salviano/Colline. A partire dalle ore 22, si svolgeranno le finali “Minipalio” e “4 remi femminile” e le finali delle gare degli equipaggi seniores su “gozzette” a 4 remi e su “gozzi” a 10 remi. Alle gare seniores parteciperanno le cantine di S. Jacopo/Fabbricotti, Borgo Cappuccini, Venezia, Ovosodo che raggruppo i quartieri Benci Centro e Magenta Origine, Salviano/Colline, Pontino S. Marco, Labrone rappresentativo della zona Nord della città e, infine, Livorno Sud che raggruppa i quartieri e le frazioni di Quercianella, Antignano, Montenero e Ardenza. La premiazione si svolgerà intorno alle ore 23.15.
Il regolamento – Il Regolamento della Coppa Santa Giulia prevede che per ogni gara ad eliminazione diretta partecipino due equipaggi, scelti in base al sorteggio. Con lo stesso sorteggio si procede anche alla assegnazione delle corsie. Gli equipaggi si dispongono in senso contrario l’un l’altro sulla linea di partenza dove verrà predisposta una fune a scomparsa con legato un sagolino che il timoniere dovrà tenere in tensione fino al segnale di partenza dello starter. La gara è ad inseguimento. Le barche si dirigeranno in senso opposto lungo il percorso ai cui estremi saranno posizionate due boe che dovranno essere aggirate secondo le regole classiche previste dal Regolamento del Palio Marinaro. Dopo un primo passaggio sulla linea di partenza si completerà il percorso e risulterà vincitore l’equipaggio che per primo taglierà la linea del traguardo. Il percorso sarà segnalato da boe con un doppio senso di navigazione e gli armi dovranno, pena la squalifica, mantenersi all’interno della corsia del proprio senso di navigazione onde evitare qualsiasi possibilità di reciproco danneggiamento.

Mercato in piazza della Repubblica – Da giovedì 22 a sabato 24 maggio Livorno diventa internazionale. In Piazza della Repubblica infatti torna la decima edizione del Mercato Europeo. Oltre cento espositori offriranno specialità gastronomiche e non, provenienti da tutta Europa: un appuntamento irrinunciabile dunque per tutti coloro che senza viaggiare per migliaia di chilometri potranno gustare e prodotti tipici. Livorno per tre giorni, dalle ore 8 alle 24, si trasformerà in una piazza cosmopolita ricca di sapori, odori e colori, dove si potranno però trovare anche prodotti non riservati al palato come le ceramiche inglesi, i tuberi olandesi, pupazzi e tanti altri insoliti oggetti europei. 

Riproduzione riservata ©