San Ferdinando Re del Barocchetto

Mediagallery

Sarà presentato domani il video di Luciano De Nigris, “San Ferdinando re del Barocchetto”. Appuntamento, alle ore 21 nella chiesa di San Ferdinando, piazza del Luogo Pio nel quartiere della Venezia Nuova. Saranno presenti  autori e protagonisti del documentario, musiche dell’Ensemble Bacchelli, Arianna Rondina soprano  Cristiano Cei al liuto. Mauro Zucchelli, giornalista de Il Tirreno, coordinerà i vari momenti della serata. Un posto d’onore al vescovo di Livorno mos. Simone Giusti che ha annunciato la propria presenza.San Ferdinando è tra i monumenti più belli e interessanti della nostra città. La facciata rimasta incompiuta tradisce la sobria eleganza dell’interno. La prima pietra fu posta nel 1704; ci vollero più di dieci anni per l’edificazione del monumento realizzato secondo il progetto di Giaovan Battista Foggini. Fortemente voluta da Ferdinando figlio di Cosimo 3° Granduca di Toscana la chiesa fu affidata ai Padri Trinitari che, secondo la loro Regola, liberavano i Cristiani ridotti in schiavitù e trattenuti nei paesi mussulmani.

Il monumento più ammirato opera di Giovan Battista Baratta s’intitola appunto, “Gli schiavi liberati”. La chiesa recentemente  restaurata, appariva ai visitatori dell’ 800 come “una  nuvola di luce”. Alla serata collabora l’Associazione Vivi San Jacopo.

Riproduzione riservata ©