Alla scoperta di Modì con la “M”

Mediagallery

Sabato 20 giugno, alle ore 19, in occasione della Notte blu a Livorno verrà inaugurato, con un itinerario guidato, il percorso pedonale urbano, promosso dal Comune di Livorno “Sui passi di Modigliani”. Il percorso è segnalato da 90 piastrelle in bronzo realizzate su progetto dell’Amaranta Service. L’itinerario guidato parte, in quest’occasione, da via della Madonna, di fronte alla chiesa degli Armeni. Seguendo le piastrelle, posizionate a distanza di circa 15 metri, possiamo conoscere i luoghi legati a Amedeo Modigliani, dalla Sinagoga, al Mercato Centrale, il Ginnasio Guerrazzi, la casa natale. Un tracciato di pietre d’inciampo immediato, pratico, fatto per essere perlustrato con soste, approfondimenti, deviazioni, a ritroso in piena autonomia. Sulla falsariga dei “chiodi di Cezanne” ad Aix en Provance le piastrelle Modigliani segnano un itinerario cittadino con lo scopo di rendere omaggio al livornese più famoso al mondo ma anche di far conoscere la città nei suoi aspetti più significativi. Il percorso parte, in quest’occasione, appunto da via della Madonna, di fronte alla chiesa degli Armeni, procede per via del Giglio con il mercatino delle erbe, e arriva vicino al Mercato Centrale, luogo che sicuramente merita una sosta. Qui, come ricordava Renato Natali, Modigliani aveva il suo studio, durante una sua permanenza a Livorno, e qui è bello perdersi girovagando tra negozi, banchi in un tripudio di colori, profumi, vocii. Riprendiamo le piastrelle percorriamo via di Franco, da dove possiamo arrivare alla Sinagoga di Livorno, interessante esempio di architettura religiosa moderna, sorta sulle macerie dell’antica Sinagoga considerata la più bella d’Europa. Nell’antica Sinagoga Dedo aveva fatto il bar mitzvà, come scrive di suo pugno nel diario di sua madre Eugeniè Garsin. Di nuovo, seguendo la M, il percorso arriva in piazza Cavour dove adesso c’è un negozio di oggettistica dove sorgeva il caffè Bardi, luogo di ritrovo degli amici di Dedo, attraversa via Ricasoli con le sue botteghe storiche e giunge alla Casa Natale in via Roma 38. A questo punto possiamo arrivare fino a via Cambini o proseguire verso sud arrivare magari fino al Museo Fattori dove è conservato un quadro attribuito a Modigliani e dove possiamo ammirare opere del suo maestro Micheli e dei suoi amici pittori. Molti negozianti hanno aderito a questa iniziativa e allestiranno le loro vetrine a tema Modigliani: tra questi la libreria Feltrinelli, l’Hotel Città, Carolina Caffè, ex Talmone, Milchstrasse, Bar Folletto, Bar Novecento, Corcos, Ciampi, Cuccuini, Tosi, Rinaldelli, Tabaccheria Avellino De Pelletti, Profumeria Camelia, Cataldi, Martinelli, Strauss, Assolo e molti altri stanno dando la loro adesione. Molte vetrine ospiteranno una riproduzione, opera dell’artista Massimo Signorini.
Mondanelli ha indetto un concorso di pittura per bambini con tanto di premio finale. Sarà presente anche l’attore Michele Crestacci con una sua breve performance. Per informazioni Amaranta Service 320.8887044. L’iniziativa è aperta a tutti.

Riproduzione riservata ©