Primavera della Scienza a Villa Fabbricotti

Mediagallery

Si ispirano al tema principale che caratterizza l’edizione 2014 de La Primavera della Scienza, ovvero la didattica per ragazzi e bambini, gli appuntamenti in calendario per giovedì 29 e venerdì 30 maggio.
A Villa Fabbricotti sono in programma giochi astronomici e giochi con le onde, il tutto per avvicinare i ragazzi al’affascinante mondo scientifico in forma ludica.

Giovedì 29 maggio – ore 15.30

Nel parco di Villa Fabbricotti (viale della Libertà) sarà un pomeriggio di giochi per gruppi di 25-30 bambini nella fascia d’età fra i 7 e gli 11 anni. Si sfideranno su tematiche astronomiche quali ad esempio: il sistema solare, le reazioni nucleari nel sole, l’incontro con un alieno. I giochi, che sono parte integrante di un programma elaborato da docenti del Dipartimento di Fisica ed Astronomia dell’Università di Bologna, “ La Scienza in piazza”, saranno guidati dal prof. Flavio Fusi Pecci, vicepresidente della S.A.It. ( Società Astronomica Italiana).

Flavio Fusi Pecci – Astronomo Ordinario, esperto di evoluzione stellare, galassie e cosmologia, già Direttore dell’Osservatorio Astronomico di Cagliari e dell’Osservatorio Astronomico di Bologna, è stato Coordinatore Nazionale della Strumentazione del Telescopio Nazionale Galileo (Isole Canarie) ed ha fatto parte dei Comitati tecnico-scientifici internazionali dell’Hubble Space Telescope (HST) a Baltimora, USA, e dell’European Southern Observatory (ESO) in Germania e Chile. E’ autore di oltre duecento pubblicazioni sulle maggiori riviste internazionali .

 Venerdì 30 maggio – ore 16.30

Nella Biblioteca dei Ragazzi di Villa Fabbricotti (viale della Libertà) si svolgerà l’attività didattica rivolta ai bambini delle scuole primarie “ Gioco e scienza con le onde” . L’iniziativa organizzata dal Consorzio Lamma, vedrà la partecipazione di Stefano Taddei, ricercatore dello stesso consorzio.

Il concetto di onda riguarda innumerevoli fenomeni fisici, dalle oscillazioni di una corda a quelle acustiche (suono), dalle onde marine a quelle sismiche, dalle onde elettromagnetiche (onde radio, luce, raggi X, ecc.) a quelle di materia (in meccanica quantistica). Per quanto l’analisi completa di questi fenomeni sia in generale molto complicata, le caratteristiche fondamentali di propagazione delle onde sono analoghe in tutti i casi, ed alcune di esse sono facili da illustrare anche ai bambini, coinvolgendoli in giochi divertenti. L’attività ludica rappresenta infatti un ottimo metodo per avvicinare i bambini ad alcuni concetti scientifici, verso i quali i piccoli sono di solito naturalmente curiosi. Per far questo saranno utilizzate delle molle di tipo Slinky, mediante le quali potranno essere mostrati ai bambini fenomeni di propagazione di onde traversali e longitudinali ed alcune proprietà generali delle onde come riflessione, sovrapposizione, interferenza e rifrazione. Infine, visto l’interesse dei bambini livornesi per il mare, saranno illustrate alcune caratteristiche delle onde marine, anche mediante l’utilizzo di un’apposita vasca in plexiglass.

Riproduzione riservata ©