Nuovo sito web per il museo

Mediagallery

di Daniele D’Ambra

La cultura non invecchia, anzi, si rinnova e si tiene al passo con i tempi. Sembra questo il motto dei realizzatori del nuovo sito web del Museo di Storia Naturale di Livorno in via Roma.
Il Museo è oggi un importante centro polivalente di didattica, diffusione della cultura scientifica, ricerca e conservazione del patrimonio naturalistico del nostro territorio. Con il nuovo sito il Museo rispetta alcune necessità che nel tempo si sono rese sempre più evidenti come la diversificazione dei contenuti e l’accrescimento delle attività e dei servizi offerti dal Museo, al fine di rispondere alle esigenze di nuovi tipi di pubblico.
Soddisfazione da parte della direttrice del Museo Anna Roselli per la quale il rinnovamento del sito è stato molto importante per la comunicazione con il pubblico dopo che si erano azzerate le risorse per gli altri tipi di comunicazione.Quest’ultima ci tiene a ringraziare gli operatori interni, gli uffici con esperti informatici dell’ Urp e della Provincia per la quale era presente alla conferenza di presentazione del nuovo sito il Presidente della Provincia di Livorno e Sindaco di Rosignano Alessandro Franchi. Il Presidente sottolinea come sia importante riqualificare le attività del Museo che è un luogo per eccellenza della cultura scientifica e come la passione del personale e degli operatori interni sia stata fondamentale per combattere la crisi e la riduzione delle risorse. Dalle sue parole si evince la soddisfazione per l’aiuto che la Provincia riesce a dare alla realizzazione di siti web da parte di enti e Comuni.
Riguardo al sito ammette che con la sua valorizzazione appare graficamente gradevole ed accattivante.
Antonio Borzatti, conservatore del museo, invece illustra il nuovo layout del sito che appare per quanto riguarda la gestione delle news e degli eventi più chiaro e immediato; la schermata del sito è ora adattabile ad ogni tipo di dispositivo ( tablet, Smartphone ecc…). Sul sito ci sono sezioni riguardanti la “raggiungibilità”del Museo ( V.Roma 234 ), le pubblicazioni ( con articoli scaricabili gratuitamente),sulle associazioni collaboratrici che sono oltre 27 e sui percorsi didattici per le scuole.
Novità suggestiva è la possibilità di interagire,oltre che via social network come facebook, twitter e tripadvisor (dal quale il Museo ha ricevuto il certificato di eccellenza), per gli utenti registrati, anche direttamente dalla homepage del nuovo sito.
Oltre alle 27 associazioni collabora con un certo rilievo la Fondazione Livorno. Hanno collaborato al sito: il tecnico informatico della Provincia Bragagni Paolo, per l’ Urp Furio Raugi, Ombretta D’orto e Silvia Motroni.
I numeri del museo: migliaia i reperti scientifici e i volumi conservati, 16 le inaugurazioni di nuovi settori tra il 2000 e il 2014, oltre 50 mila i visitatori annuali e 107 i percorsi didattico/sperimentali per le scuole
Evento che fa da cornice alla mostra che durerà fino all’8 Novembre, dal titolo “Bugs, insetti da paura” la cena degli insetti ( menù ovviamente senza insetti!) che sarà preceduta da una visita alla mostra e da una mini conferenza “il cibo e gli insetti” tema trattato pure all’Expo 2015. Per informazioni e prenotazioni consultare il sito [email protected]

Riproduzione riservata ©