Ntc, ecco “Materiali Sonori Progetto Patchwork”

Mediagallery

Sabato 22 marzo alle ore 21.30 tornano gli appuntamenti di Materiali Sonori Progetto Patchwork con “Borisvian. La vita è come un dente” con Pierfrancesco Bigazzi e Martinicca Boison che per la prima volta a Livorno presentano il reading teatrale sul grande francese Boris Vian, uno degli artisti più eclettici del ‘900.
“Borisvian – La vita è come un dente” è una produzione di teatro e musica allestita da Giampiero Bigazzi e dedicata alle canzoni, a frammenti di vita e alla poesia di Boris Vian. Lo spettacolo viene presentato come un laboratorio aperto su uno degli artisti più geniali e controversi della cultura e dello spettacolo francesi ed europei.
Scrittore, poeta, cantante, musicista, ingegnere, sceneggiatore, drammaturgo, pittore, critico musicale, discografico, “patafisico”, sperimentò sulla sua pelle la censura e l’accusa di immoralità. Boris Vian fu anticipatore del teatro dell’assurdo e della canzone politica. Nel novantacinquesimo anniversario della sua nascita, i Martinicca Boison, una delle band rock-folk più apprezzate (quattro album all’attivo e concerti in tutta Italia) e Pierfrancesco Bigazzi (giovane attore, regista e videomaker pluripremiato con la webseries Hydra), mescolano frammenti del disincanto, dell’incredibile e breve vita, dello spirito anarchico e antimilitarista di Boris Vian. Un positivo grido contro le sicurezze del conformismo e l’assurdità della guerra. Un teatro musicale minimo fatto da giovani, che si vuole rivolgere a giovani e che parla con le parole di un personaggio che finì per restare giovane.
Con Pierfrancesco Bigazzi, voce, movimento, Lorenzo Ugolini voce, pianoforte, Gabriele Baratto, clarinetto, Andrea Rapisardi, violino, Francesco Cusumano, chitarra, Paolo Pampaloni, basso, Pablo Cancialli, percussioni, Lorenzo Chiarabini, batteria, Erriquez Greppi, voce fuori campo registrata.

Ingresso 8 euro.

Per maggiori informazioni www.pilarternera.it o mail [email protected]

Riproduzione riservata ©