Ntc, ultimo appuntamento della stagione

Mediagallery

Giovedì 22 maggio chiude la stagione musicale del Nuovo Teatro delle Commedie. La stagione di musica ha portato a teatro, da ottobre fino a maggio, artisti e musicisti italiani e internazionali, e chiude per questo anno con il gruppo livornese Stella Maris Music Conspiracy.
La serata partirà alle ore 20.30 con la presentazione e la proiezione di due nuovi video del gruppo tratti dal CD “Operation Mindfuck”, uscito nel 2013. I video sono “Lobotomy” diretto da Luca Falorni, e “Chain of command” diretto da Ambra Lunardi. Sarà servito anche un aperitivo.
Alle ore 22.30 inizierà il concerto di Stella Maris Music Conspiracy. Il gruppo è composto da musicisti già attivi sulla scena musicale livornese e pisana dagli anni 80 in gruppi come Lanciafiamme, The Ravings e Mumblers, insieme a musicisti più giovani ma già con esperienze importanti in gruppi come Lip Color Revolution e Funhouse. Il gruppo è vicino agli stilemi punk/hardcore e nel 2013 ha pubblicato il suo primo CD “Operation mindfuck”, che ha ricevuto ottima accoglienza sulla stampa specializzata. L’attività live è stata limitata fino ad ora, anche se è in preparazione per settembre un tour che li vedrà passare dal nord Italia per finire in Svizzera e Germania.
Nella serata al NTC, oltre ai brani del primo CD, verranno eseguiti alcuni pezzi che andranno a comporre il secondo album.
I componenti sono Angelo alla chitarra, Hagbard Celine alla batteria, Sassicaia Molotov alla voce, Padre Gianni Vissarianovich al basso, Alex Keith Gefferson alla chitarra e Gabriele Bogi ai suoni.
Il nome del gruppo è tratto dalla “Trilogia degli Illuminati” di Robert Anton Wilson e Robert Shea.
Ingresso gratuito.
Il Nuovo Teatro delle Commedie ringrazia tutti i musicisti, artisti e le band che hanno animato le serate del teatro con la loro musica e i loro strumenti. Da ottobre fino ad oggi si sono susseguiti appuntamenti di grande successo con la musica sia locale e italiana che quella internazionale e proveniente da oltreoceano. Un sentito ringraziamento ai Villasound, Lili Refrain, Camillocromo, il canadese Eamon McGrath, i Gondoliers da Boston, Andrea Pellegrini e tutti i musicisti del Jazz Lab, Michela Lombardi Trio, Trees of Mint, Wei Wu Wei, Soogo Wonk, ?Alos e Xabier Iriondo, gli olandesi e finalndesi Town of Saints, Stranementi, The Child of a Creek, Broken Down Suitcase, Michele Ferretti e gli Orhorho, Dino Fumaretto, Paul Mc Candless e West Coast Quintet, la francese Cleo T, Iosonouncane e la sua band, la Banda Città di Livorno, Der Maurer alias Enrico Gabrielli e Sebastiano De Gennaro, Nubilum, N_Sambo, Sit In Music e Adalgisa la pupazzetta che lo accompagnava, Kino, il gruppo livornese Falca Milioni e Le Figure, Bob Luti, Dimitri Grechi Espinoza e Simone Padovani, Persian Pelican, Arrington De Dionyso, i GaryBaldi Bros, i Diaframma, Di Maggio Baseball Team, gli estoni Tenfold Rabbit, la band Sara dei Vetri, i Triple Sec, Mr Rencore, gli oVo, One Eat One, Kristal and Jonny Boy dalla Svezia, Nicola Vukic, i Dinamitri Jazz Folklore, Erin K, Autobam, Massimo Ruberti e Muvic Plays with Alice, i BettiBarsantini, Niki la Rosa, Massimo Gemini, i Sinfonico Honolulu, Mimmo Mollica Band, l’Associazione Mercury e i musicisti Andrea Trovato, Ilio Barontini, Marco Fornaciari, Daniel Rivera e Andrea Baldocci, Caterina Barontini, Chiara Orsetti e Bruno Canino, Materiali Sonori Progetto Patchwork e i suoi artisti Anna Granata, Antonio Ghezzani, Giovanni Masala, i Martinicca Boison e Pierfrancesco Bigazzi, Arlo Bigazzi, Enrico Fink e I Canti Erranti, e tutti i musicisti che si sono susseguiti durante il Live Looping Festival, Michael Peters, David Cooper Orton, Leander Reininghaus, John Connell, Luca Formentini, Stefano Castagna, Laurie Amat, Emmanuel Reveneau, Nelly Meunier, Kotterplug, Roberto Zorzi, Fabio Anile.
Per maggiori informazioni www.pilarternera.it o mail [email protected]

Riproduzione riservata ©