“Maledettamente toscani”, il romanzo del giornalista del “Corsera” Gasperetti

Mercoledì 30 aprile, alle ore 18, appuntamento alla Libreria Erasmo di via degli Avvalorati con il libro di Marco Gasperetti “Maledettamente toscani” (Felici Edirtore – Pisa), prefazione di Edoardo Nesi.

Mediagallery

Mercoledì 30 aprile, alle ore 18, appuntamento alla Libreria Erasmo di via degli Avvalorati con il libro di Marco Gasperetti “Maledettamente toscani” (Felici Edirtore – Pisa), prefazione di Edoardo Nesi. Un giorno di libeccio, davanti al mare in burrasca, tre personaggi misteriosi appaiono davanti al mare con un elenco di nomi apparentemente senza alcun significato. E invece, grazie a quei nomi, si materializzano storie e volti di gente straordinaria che aiuteranno l’autore a raggiungere una verità “maledettamente toscana”. Marco Gasperetti, giornalista professionista, è corrispondente del Corriere della Sera in Toscana e coordina insieme a Luca Mattiucci il canale Social e Buone Notizie di Corriere.it. Ha scritto saggi e manuali sulla comunicazione multimediale tradotti anche all’estero. Ha vinto i premi giornalistici Viareggio-Rèpaci, Arrigo Benedetti, Europa, Sana e Smau.
“Le donne battagliere si dividono in molte categorie, ovunque e anche in Toscana. Spesso sono lontane per cultura, gusti, intelligenze ed è il coraggio ad unirle. Il secondo nome della lista dei toscani abbandonata al libeccio della Terrazza Mascagni è quello di Rosanna. Una filologa sopraffina, raffinata e forte come una roccia. Difese un’ideale senza arretrare di un passo. Guardò in faccia il demone dell’edonismo e lo scacciò dallo scrigno letterario che aveva giurato di difendere” (Marco Gasperetti).

 

Riproduzione riservata ©