Piazza del Luogo Pio diventa una maxi lavagna

Mediagallery

“Livorno in Contemporanea” inaugura il suo primo appuntamento venerdì 29 maggio in piazza del Luogo Pio. Per un giorno la piazza in cui sorgerà il nuovo “Museo della Città”, torna ad essere uno spazio pubblico ospitando un gioco di strada aperto alla cittadinanza, ai bambini, alle scuole e a tutti coloro che vorranno partecipare a una grande opera collettiva.

giotto8Ideato nel 2010 dagli artisti Alessandro Ceresoli e dal gruppo A12, #upGiotto inizia la sua itineranza a Città del Messico, per poi fare il giro delle piazze d’Italia.
Venerdi 29 maggio arriva a Livorno e, seppure temporaneamente ed in modo effimero, si appropria di uno spazio pubblico.
Per l’intera giornata la piazza viene usata come foglio bianco da riempire progressivamente di disegni realizzati dagli stessi giocatori che diventano autori di un intervento artistico.
#upGiotto è una gara di “disegno dettato” che si esegue con semplici strumenti: uno speciale mazzo di 40 carte realizzato e fornito dagli ideatori e dei gessetti colorati.
I giocatori dovranno disegnare l’immagine descritta da un altro giocatore, vince chi si avvicina il più possibile all’immagine riprodotta sulla carta pescata.

locandina#upGiotto si propone, così, di creare nel cuore della città un momento di aggregazione sociale, unendo le persone attraverso la pratica del disegno e del gioco, promuovendo il dialogo diretto
dell’arte contemporanea con un pubblico ampio ed eterogeneo.
#upGiotto apre il nostro sguardo di passanti a nuove possibilità di visione, i luoghi che attraversiamo abitualmente si trasformano grazie alla nostra partecipazione.
Con l’intervento diretto su piazze e strade cittadine la comunità si riscopre artefice e responsabile del proprio ambiente; la polvere dei gessetti è destinata a scomparire ma, come spiegano gli autori, “la memoria di come uno spazio può essere usato diversamente e collettivamente è una traccia più tenace da cancellare.”
In occasione della tappa livornese Alessandro Ceresoli e gli A12 presentano, come di consueto, una nuova carta dedicata alla città ospitante. Il simbolo scelto per la nostra città sono “le false teste di Modigliani”.

la carta di LivornoLivorno in Contemporanea è una iniziativa realizzata con la collaborazione del Centro per l’Arte Luigi Pecci nell’ambito del progetto regionale “Cantiere Toscana Contemporanea”, l’Assessorato alla Cultura del Comune di Livorno e le associazioni Carico Massimo e React.

Dal 2010 Giotto è stato giocato, tra gli altri da/presso:
Galeria de Comercio, Mexico City – Casa del Lago, Mexico City – Peep-hole, Milano – Museo MAGA, Gallarate – Fondazione Pastifcio Cerere, Roma – Accademia Abadir,Catania – Biennale di Architettura di Venezia – Museo di Villa Croce, Genova – Cantieri d’Arte, Viterbo – Accademia di Belle Arti di Napoli

Per saperne di più:
tel. 0586.820521 | 338.3802793 | 0586.894563 (per prenotazioni scuole)
email [email protected]
web www.livornoincontemporanea.it
www.comune.livorno.it

Quando giocate ricordatevi:
– che potete seguire il tour sul gruppo Facebook
https://www.facebook.com/groups/441477719302965/
– se volete postare foto sulle reti sociali fatelo con l’hashtag #upgiotto di inviarle via mail a [email protected] saranno pubblicate sul blog http://upgiotto.tumblr.com/

Gli autori
– Alessandro Ceresoli da sempre interessato all’atto creativo e come coinvolgere l’individualità di singoli soggetti. I suoi disegni sono il nucleo centrale di un percorso di ricerca minuzioso e ossessivo, intorno al quale l’artista sviluppa progetti di diversa natura. Dietro l’ideazione e la produzione di ogni opera sta lo sforzo nascosto in questo processo. Vive e lavora a Berlino e Milano.
– A12 è un collettivo di architetti, fondato a Genova nel 1993 e con sede a Milano. Il gruppo ha ottenuto riconoscimenti internazionali per progetti al confne tra arte e architettura. La loro ricerca affronta in maniera trasversale, incrociandoli e sovrapponendoli, i temi dell’architettura, dell’urbanistica e dell’arte contemporanea che si fondono in progetti che toccano temi come l’architettura, allestimenti e installazioni, progetti urbani, design e graphic design, attività culturali, didattiche e di ricerca. I membri attivi del gruppo sono: Andrea Balestrero, Gianandrea Barreca, Antonella Bruzzese, Maddalena De Ferrari.

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # bababui

    Bella iniziativa! Peccato che come al solito i furboni del comune non abbiano disposto parcheggi alternativi a quelli che verranno tolti nella piazza!
    Complimenti per renderci la vita sempre più difficile!

I commenti sono chiusi.