Livorno si prepara ad accogliere il Jazz Day Unesco

Si rinnova l’appuntamento con la quinta edizione del Jam Jazz Appreciation Month Livorno aprile 2016 in occasione dell’International Jazz Day promosso dall’Unesco

Mediagallery

Si rinnova l’appuntamento con il Jazz con la quinta edizione del Jam Jazz Appreciation Month Livorno aprile 2016 in occasione dell’International Jazz Day promosso dall’Unesco nel mese dell’inizio della primavera (il 30 è giornata mondiale Unesco del Jazz).
In previsione di quello che è ormai un classico appuntamento culturale della primavera livornese, i componenti del Comitato Unesco Jazz Day Livorno hanno illustrato alla stampa, al Nuovo Teatro delle Commedie di via Terreni, alcune novità per l’organizzazione del consueto ricco programma di concerti, conferenze, presentazione libri e mostre sul più spettacolare fenomeno musicale dell’ultimo secolo, simbolo di multietnicità, solidarietà, internazionalismo, interclassismo, comunicazione; programma che sarà poi presentato nella sua completezza nel mese di marzo.
Alla conferenza stampa oltre ai componenti del comitato Unesco Jazz Day Livorno composto da Alessio Carnemolla, promoter, il giornalista Maurizio Mini, il jazzista Andrea Pellegrini e, da questa edizione, Massimo Zocchi, presidente della Banda Città di Livorno, Silvia Rachini, Tania Banchini, Chiara Carboni e Simona Rachini de ‘Le salon du cinèma’ e Alberto Granucci, Social Media Manager, hanno partecipato anche Marco Leone, Direttore Generale della Fondazione Teatro Goldoni, Paola Pellegrini insegnante di Propedeutica musicale all’Istituto Superiore di Studi Musicali “P. Mascagni” di Livorno, Antonio Dioguardi per il Club Unesco Livorno.
Nel corso della conferenza stampa i componenti del comitato ma anche i rappresentanti del Goldoni e dell’Istituto Mascagni, hanno posto l’accento sull’importanza di sviluppare iniziative ed eventi, come AprileJazzLivorno, per far conoscere la musica, in questo caso il Jazz che a Livorno è apprezzata e suonata già negli anni venti del secolo scorso (il primo disco jazz è del 1917). Scopo dell’incontro è anche quello di stimolare musicisti locali e non solo, enti, associazione, locali e quant’altro a partecipare con un proprio concerto, con una propria iniziativa a questa quinta edizione della manifestazione.
Il programma definitivo dell’evento sarà poi reso noto entro la fine di marzo.

Info: Mini Maurizio – 334.9120146 – e mail: [email protected]
Andrea Pellegrini – 338.6346037 – e mail [email protected]

Riproduzione riservata ©