Livorno avrà il suo primo Santo

All’età di 75 anni, il 15 agosto 1912 chiuse gli occhi per salire al cospetto di Dio ed il suo corpo venne sepolto nel cimitero della Misericordia di Firenze

Mediagallery

di Roberto Olivato

Dopo tanti annunci e promesse ormai è certo, Pio Alberto Del Corona sarà Santo. Nato a Livorno nel quartiere della Venezia  il 5 luglio 1837 da Giuseppe ed Ester Bucalossi negozianti di calzature. Dopo aver promesso, all’età di diciassette anni, ai piedi della Madonna di Montenero, di consacrasi a Dio, nel 1854 entrò nel convento di San Marco a Firenze. Fondatore delle Suore Domenicane dello Spirito Santo, nel 1875 venne nominato vescovo della Diocesi di San Miniato. All’età di  75 anni, il 15 agosto 1912 chiuse gli occhi per salire al cospetto di Dio ed il suo corpo venne sepolto nel cimitero della Misericordia di Firenze sino al 21 ottobre 1925, quando venne traslato nella cripta del Monastero delle Suore Domenicane, sue figlie spirituali. A distanza di ottantanove anni dalla sua morte, il 14 febbraio del 2001, avvenne la ricognizione dei suoi resti mortali che vennero esaminati e  giudicati in buono stato nonostante il terreno umido e di alcune infiltrazioni d’acqua..  In previsione di una conclusione positiva del processo di beatificazione, vennero prelevati alcuni resti da conservare come reliquie. Oggi dopo 72 anni dall’inizio della causa di beatificazione, il livornese Pio Alberto Del Corona, del quartiere della Venezia dove è nato e vissuto sino all’età di diciassette anni, salirà agli Onori degli Altari nella giornata di sabato 19 settembre 2015, divenendo il primo Santo livornese.

Riproduzione riservata ©