“LibrArti” in Fortezza Vecchia

Mediagallery

Quadratura dei pisani, primo baluardo di quel castrum liburni che prese avvio in un territorio condiviso tra pisani e labronici. In quel nucleo edificato dalle menti di Puccio da Landuccio e Francesco Giovanni di Giordani, dove altre menti disquisiranno sull’uomo, espressione di tensioni emotive, ed elemento ormai debole di un processo evolutivo che non sta al passo delle capactà di adattamento ad un mondo che consuma a velocità incredibile le sue risorse. L’uomo in un costante conflitto con se stesso e la società che a volte lo incanala in meccanismi malati tesi soltanto verso un egoistico profitto, in un eterno scontro tra bene e male.
Questo spazio conclusus, ospiterà venerdì 5 e sabato 6 settembre “LibrArti”, una due giorni di incontri letterari, discussi e condotti, accompagnati da musica, pittura e degustazione.
Nei due pomeriggi che inizieranno alle 17,00 confronteranno i loro lavori: Serena Libertà autrice milanese di un saggio sull’anoressia, Lamberto Giannini con la sua sfida educativa e Simone Lenzi con una serie di mali minori. Lo psicologo Pier Giorgio Curti autore anche di numerose pubblicazioni intorno ai vari disagi umani, articolerà un percorso con i tre autori tra esposizione e discussione. Il sabato, secondo giorno, verrà affrontato il tema degli aspetti di una società deviata e nascosta. Due scrittori entrambi romani Antonella Colonna Vilasi, presidente del centro studi sull’intelligence presenterà uno dei suoi lavori della trilogia sui servizi segreti, mentre Francesco Neri, giornalista collaboratore di “La Grande Storia”, racconterà del suo lavoro a 4 mani col pm Catello Maresca dal titolo “l’Ultimo bunker”. Ad articolare i racconti dei due autori ci sarà Piero Giorgetti, giornalista televisivo di Granducato TV nonché docente di storia contemporanea.
Le due giornate vedranno la presenza di artisti quali Maurizio Biagini il venerdì, apprezzato esponente della nuova pittura labronica, in atmosfere che richiamano i grandi artisti degli anni ’70 del secolo scorso, attraverso i linguaggi della pop art riproposti con una sensibilità che è sua propria, e che per noi realizzerà una maxi tela in estemporanea. Il sabato sarà presente la SVS street band, diretta dal maestro Filippo Ceccarini e formata da 32 elementi che animerà con tutta la sua energia la serata.
Un aperitivo verrà offerto a tutti i partecipanti a “LibrArti”.
L’iniziativa creata dall’Associazione “Terme del Corallo” onlus insieme al Comune di Livorno, unitamente ai contributi di Autorità Portuale, Associazione Pietro Napoli, Circolo musicale Amici dell’Opera “Galliano Masini”, Associazione Guide Storiche Livorno e Circolo “Il Centro” è gratuita e aperta a tutta la cittadinanza, e vuole promuovere il colloquio culturale, nell’ambito di siti di importanza storica cittadina oltre a pubblicizzare la raccolta firme “Luoghi del cuore” promossa dal FAI, incentrata questa volta sul recupero delle Terme del Corallo, per la quale sarà presente un tavolo raccolta firme.
Per informazioni: Comune di Livorno, Ufficio Cultura, Spettacolo, Rapporti con Università e Ricerca.
Mail: [email protected] ; www.comune.livorno.it
Associazione “Terme del Corallo” onlus.
Mail: [email protected] www.termedelcorallo.com

Riproduzione riservata ©