“Leggere le differenze” all’Associazione Don Nesi

Mediagallery

L’estate scorsa il neo-sindaco di Venezia Luigi Brugnaro, appena insediato, aveva deciso di ‘mettere all’indice’ dalle scuole della laguna 49 libri della letteratura dell’infanzia, destinati ai bambini delle scuole materne ed elementari, poiché considerati inadatti a essere letti in quanto trattavano di temi come il bullismo, l’adozione, la disabilità, il divorzio, la famiglia omogenitoriale. La decisione del primo cittadino del Comune di Venezia ha da subito fatto nascere un vasto movimento di protesta: da più parti hanno infatti condannato la scelta di Brugnaro e iniziato a rispondere organizzando, con l’aiuto di biblioteche e associazioni, flash mob e maratone di lettura dove protagonisti erano appunto i volumi vietati da Brugnaro. Anche l’Associazione don Nesi/ Corea, seppure a distanza di qualche mese, vuole prendere parte alle varie iniziative portate avanti quest’estate contro la volontà del primo cittadino veneziano. Lo vuole fare aprendo gli spazi della ludoteca alla lettura di dieci, almeno in questa prima fase, dei libri vietati. Il laboratorio, gratuito, è stato pensato per i bambini delle scuole materne e i primi anni delle elementari; insieme alla lettura del libro (uno a settimana), saranno realizzate attività ludiche che diano la possibilità di comprendere meglio ciò che il libro vuole trasmettere. Insieme a quella dei bambini è gradita anche la presenza dei genitori.
Si inizia martedì 1° dicembre dalle 17 alle 18,30 all’interno della sede dell’Associazione don Nesi/Corea in via La Pira 11. Ingresso gratuito

Riproduzione riservata ©