L’addobbo? Al Mercato si fa con il riciclo. E in piazza Grande l’albero fa discutere

Mediagallery

ALBERO DI NATALE IN PIAZZA GRANDE – LEGGI QUI

Difendere il nostro ambiente da una eccessiva produzione di rifiuti e richiamare l’attenzione pubblica a dare maggiore valore alle cose è il messaggio che il Mercato Centrale lancia in questi giorni di festività con il progetto Uso, Riuso e Creo al Mercato Centrale. La grande struttura infatti presenta una decorazione natalizia davvero insolita realizzata dagli stessi esercenti del Mercato insieme alla Direzione : 140 installazioni composte da bottiglie di plastica e nastri (sono state utilizzate 21000 bottiglie assemblate con un lavoro certosino) adornano sia il salone centrale che le sale del pesce e delle Gabbrigiane.
E da giovedì 5 dicembre arriveranno anche 14 alberelli , realizzati con materiali riciclati e addobbati con altrettanti materiali riciclati. A realizzarli in questo caso non sono gli esercenti, ma gli studenti e i piccoli delle scuole che si trovano nella zonacentro città: le scuole Benci, D’Azeglio, Carlo Bini e Istituto Santa Maddalena.
I ragazzi in questi giorni hanno dato libero sfogo alla loro creatività per addobbare l’abete con i materiali più disparati sul tema della multiculturalità come valore e giovedì 5 dicembre alle ore 10 saranno davanti alla loro “opera” per l’inaugurazione della mostra. Una mostra di alberelli ,dunque, dislocati perimetralmente nei saloni del Mercato e lungo il corridoio centrale , che rimarranno per tutto il periodo delle festività. All’inaugurazione saranno presenti gli assessori Paola Bernardo (commercio e turismo) e Carla Roncaglia ( politiche educative). Alle classi partecipanti al progetto verrà consegnato un attestato ricordo della partecipazione.

Riproduzione riservata ©