L’Accademia della Commedia presenta “Hanno amazzato compare Turiddu!”

Mediagallery

Come tutti sanno, con questa drammatica esclamazione si chiude “Cavalleria rusticana”, il capolavoro di Pietro Mascagni. Un vero e proprio colpo di Teatro scaturito dal genio musicale del compositore livornese che spalancò le porte al verismo sulle scene liriche ed aprì idealmente il secolo nuovo per tutto il teatro. L’Accademia della Commedia di Livorno, fedele ad uno spirito antico nell’arte della recitazione, quando era naturale ed atteso dal pubblico vedere parodie e riduzioni di opere celebri, lancia una piccola ma autentica sfida, proponendo una rilettura della novella del Verga da cui fu tratta la Cavalleria in chiave marcatamente satirica e parossistica.
Questa è l’originale messa in scena che L’Accademia della Commedia in collaborazione con la Fondazione Goldoni propone sabato 10 maggio alle ore 21.30, nell’insolita cornice del cortile del Teatro e che vedrà protagonisti in scena gli allievi e alcuni docenti del primo Anno dell’Accademia della Commedia di Livorno con “ Hanno amazzato compare Turiddu“, opera buffa dedicata all’opera dei maestri Giovanni Verga e Pietro Mascagni.
Personaggi ed Interpreti: TURIDDU Chiara Venturini LOLA Sandro Sandri ALFIO Bianca Barsanti SANTUZZA Marco Buldrassi MAMMA LUCIA Giovanni Balzaretti PRIMO MUSICO Andrea Pellegrini.
L’Accademia della Commedia è attualmente l’unica Scuola di Teatro biennale in terra toscana. Dura due anni e impegna sei ore al giorno per cinque giorni alla settimana. Si insegna Commedia dell’Arte, Clown, Cabaret, Satira, Commedia Cinematografica, Contastorie, Avanspettacolo, Maschere di Basilea, Canto, Musica, Dizione, Danza, Storia del Teatro, Storia del Costume, Costruzione Maschere, Teatro al Femminile.
L’ingresso gratuito fino ad un massimo di 100 persone. Info: 0586.204237 www.accademiadellacommedia.it

Riproduzione riservata ©