Livornese nel guinness della torta più grande

di gniccolini

Mediagallery

Si chiama Laura Soli, commessa in un negozio di scarpe di giorno e cake designer nel restante tempo della giornata (clicca sul link in fondo all’articolo per vedere la fotogallery). Insieme ad altre tre decoratrici di torte, Silvia Baldassari di Calci, Paola Isolani di Quercianella e Cristina Bertini di Buti, è entrata di diritto nel Guinness World Record grazie ad un’impresa a dir poco titanica. Sono loro che lo scorso 4 ottobre a Rho in provincia di Milano alla fiera Hobby Show hanno composto una super torta di Pan di Spagna a forma di Italia insieme ad altri 300 tra pasticceri e cake designer. Una “dolce” Italia di 224 metri quadri e lunga 54 metri che è entrata di diritto nel libro del Guinness dei Primati battendo la precedente realizzazione di un’Inghilterra di 113 metri quadri per 42 metri. Sono loro, le “Cake Lady” come ormai in molti le hanno definite che hanno rappresentato la Toscana e hanno composto la nostra regione decorandola con i monumenti tipici della nostra terra, da una Torre di Pisa in pasta di zucchero ad un “gustosissimo” cacciucco fino ad un Pinocchio di Collodi e ai gioielli di Arezzo. Il tutto rigorosamente in pasta di zucchero. Questi speciali monumenti sono quindi stati “montati” sulla maxi italia in Pan di Spagna alla vaniglia farcito con crema al burro e aromatizzata al caffè.

IL CACCIUCCO IN PASTA DI ZUCCHERO

IL CACCIUCCO IN PASTA DI ZUCCHERO

Il tutto è iniziato lo scorso febbraio quando tramite l’Associazione Nazionale Cake Design Italia (Ancdi) Laura e le sue colleghe hanno partecipato ad un bando regionale per diventare la “squadra” toscana che insieme alle altre rappresentative regionali avrebbe partecipato al raggiungimento del Guinness dei Primati questo ottobre.
Così hanno presentato un modello in scala della nostra Toscana che ha sbaragliato la concorrenza avendo il diritto di accedere al World Guiunness Record.
Quattro giorni di duro lavoro all’interno della fiera a Rho e infine il giusto riconoscimento. L’impresa è stata possibile anche grazie a sei toscane e giovani assistenti “cake design” che hanno coadiuvato le “Cake Lady” in questa avventura. Si tratta di Francesca Molesti, Cristina Falleni, Serena Doyle, Chiara Donati e Valentina Tolomei.
Nella squadra dei pasticceri anche Rosy Scannapieco e Alessia Balduzzi.
“Questa passione nasce quattro anni fa – spiega la livornese Laura Soli – Era un periodo in cui avevo un ginocchio malconcio e dovevo stare a casa e così mi sono messa sotto con questo hobby che poi in realtà, con il tempo, è diventato una specie di secondo lavoro. Mi posso definire un’autodidatta, ho iniziato da sola e ho imparato sul campo.

IL BURLAMACCO VIAREGGINO IN PASTA DI ZUCCHERO

IL BURLAMACCO VIAREGGINO IN PASTA DI ZUCCHERO

La mia maestra? La passione. E’ stata quella che mi ha spinto dove non avrei mai osato arrivare, fino a questo Guinness dei primati. Abbiamo lavorato in 300 come una sola squadra ed è stata un’esperienza bellissima. Le altre mie colleghe? Hanno tutte un lavoro che abbinano a questo hobby fantastico. Silvia Baldassari, la nostra capogruppo, lavora nel turismo a Pisa, Paola Isolani è casalinga e Cristina Bertini gestisce un negozio di ciclismo a Buti insieme al marito”.
Il team delle cake lady è stato tenuto a battesimo la scorsa primavera dal sindaco di Pisa e da quello di Calci che hanno così “benedetto” la spedizione che pochi giorni fa è entrata nella storia con questa impresa da Guinness.

Riproduzione riservata ©