La guerra del rap continua. “Vegan” mette in riga tutti

Continua lo scontro a suon di video su youtube. Ecco quello del rapper livornese dei "Faida Rossa"

Mediagallery

La guerra del rap labronico non si ferma. Nel giro di tre giorni, dopo la pubblicazione su Quilivorno.it del brano del piombinese Emanuele Bassi che ha stupito tutti con il suo “non è mi’a mio” (e attaccato dai puristi del dialetto labronico per l’inflessioni provinciali) ha replicato in maniera amatoriale e un po’ impacciata, ma divertente e a tono, il livornese Alessandro Ferri che con tanto di video caricato “per la prima volta su youtube” (per scimmiottare il giovane Bassi) imita e risponde per le rime al ragazzino di piazza Bovio (clicca sui link in fondo all’articolo per vedere e ascoltare tutti e tre i video in rap livornese).
Dopo tutto ciò, scende in campo un professionista, Jack Red detto “Vegan”, vero rapper labronico della Red Faida un gruppo hip hop livornese che nasce proprio a Livorno città nel 2012 dopo lo scioglimento della P.L.V. uno tra i primi gruppi HipHop labronici (clicca qui per accedere alla sua pagina youtube).
Ecco dunque una risposta a tono ad entrambi i tentativi, pur simpatici, ma pur sempre amatoriali. Nel video girato in piazza Magenta, sotto la regia di Francesco Colantoni, si può ascoltare tutta la “cattiveria” musicale di un pezzo da novanta del panorama hip hop toscano. Nel brano che, per usare un linguaggio molto in voga tra i giovani, “spacca”, Vegan spara rime a ripetizione in risposta, soprattutto, al piombinese Bassi cercando di fargli capire cosa significhi essere davvero “livornese” con il pezzo intitolato “Illivornese lo riconosci dall’accento”. Una risposta per certi versi “dura” in pieno stile “sfida hip-hop”, come si vede nei film americani, dove due rapper si lanciano il guanto di sfida a suon di rime.
Vegan è un prodotto “vero” e si sente sin dalle prime battute, dallo stile e dalla metrica. La regia è semplice ma efficace e in questo rap c’è tutta la “rabbia agonistica” di chi si è sentito in qualche maniera stuzzicato e, perché no, offeso, dalle affermazioni di Bassi di non aver mai sentito “un rapper toscano o livornese”. Vegan scende in campo e impone la sua legge.

Riproduzione riservata ©