Kaki King al The Cage Theatre

Mediagallery

Provocatorio e commovente, sorprendente e bellissimo, il nuovo progetto “The Neck Is A Bridge To The Body” è Kaki King al suo meglio. Lo show decostruisce e ridefinisce il ruolo dell’artista solista attraverso una straordinaria performance multimediale che si avvale del projection mapping, tecnica sperimentale di videoproiezione che permette di trasformare una superficie in uno schermo su cui proiettare contenuti video creati a partire dalle caratteristiche geometriche della superficie stessa. Un mito della creazione diverso da tutti gli altri, in cui visioni luminose della genesi e della morte si intrecciano tra loro, sarà proiettato su una chitarra acustica Ovation Adamas 1581-KK Kaki King Signature 6-String creata appositamente per l’occasione.
Il progetto “The Neck Is A Bridge To The Body” è prodotto in collaborazione con Glowing Pictures, famosa per il suo lavoro con artisti del calibro di David Byrne & Brian Eno, Beastie Boys, Animal Collective e TV On The Radio. Un album omonimo con la colonna sonora della performance è uscito lo scorso 3 marzo.
«Il processo di creazione di queste musiche mi ha dimostrato ancora una volta che la chitarra parla e io sono solo la sua interprete.»

Prima della chitarrista americana, sul palco del The Cage, Finaz della Bandabardò eseguirà un breve estratto del suo tour solista “Guitar Revolution” e prima di lui gli Hic Sunt Leones, giovane e promettente band livornese che suona musica elettronica, faranno ascoltare i brani del loro ultimo EP.

Ingresso € 12 – info: 3928857139 (Cage Line) – [email protected] www.thecagetheatre.it – prevendite aperte su circuito Booking Show.
Dopo il concerto come ogni sabato, ad ingresso libero, si balla con My Generation – Cage Night Party, in consolle Gaew & Circle Line.

Riproduzione riservata ©