#Iosono141, lettura scenica per il 23°anniversario del Moby Prince

Mediagallery

“# Io sono 141” verità e giustizia sul Moby Prince , aprirà mercoledì sera, 9 aprile, alle ore 21, al Nuovo Teatro delle Commedie (via G.M.Terreni), “Per non dimenticare”, il programma delle commemorazioni per il 23° anniversario della tragedia del Moby Prince ( 10 aprile 1991) in cui persero la vita 140 persone.

“# Io sono 141” è una lettura scenica promossa dall’associazione Effetto Collaterale in cui 20 cittadini leggeranno le testimonianze di 4 familiari delle vittime del Moby Prince pubblicate nel libro di Francesco Sanna “Verità privata del Moby Prince” (Albatros Edizioni).

Si tratta di una lettura civile e collettiva che vuole essere soprattutto un atto di resistenza all’oblio e all’ingiustizia.
“#iosono141” è il titolo della campagna promossa dall’associazione dei familiari delle vittime del Moby Prince. Riprendendo quel titolo per la nostra lettura scenica – dichiara la regista Francesca Talozzi – abbiamo voluto rendere omaggio e sostenere una campagna importante che ad oggi ha raccolto l’adesione di centinaia di cittadini e reso più forte la battaglia dei familiari delle vittime. Tutto il nostro lavoro sul Moby Prince va, infatti, nella stessa direzione: rendere partecipi e protagonisti i cittadini di una vicenda che riguarda tutti noi, tutta la città. Ognuno di noi la sera del 10 aprile 1991 poteva essere su quel traghetto, ognuno di noi oggi può e deve dare voce alle 140 vittime”.
“140 morti, nessun colpevole, vent’anni dopo” è il sottotitolo del libro di Francesco Sanna, un libro denso e sofferto. L’autore, nato nel 1980, nel libro “Verità privata del Moby Prince” scrive di una lenta e faticosa tessitura fatta di sguardi, parole commosse, viaggi interminabili, pensieri e riflessioni tra vita e morte. Un racconto lungo 23 anni che ha visto la lotta caparbia dei familiari che non hanno mai mollato e che mai si sono fatti piegare nella ricerca dei veri colpevoli.

Riproduzione riservata ©