Inequilibrio Festival della nuova scena tra teatro e danza. Programma

Mediagallery

l festival Inequilibrio, organizzato da Armunia, diventa maggiorenne e apre la XVIII edizione a castello Pasquini, Castiglioncello  con due lunghi fine settimana, da mercoledì 24 a domenica 28 giugno e da mercoledì 1 a domenica 5 luglio.
Molti dei protagonisti presenteranno lavori frutto di percorsi residenziali svolti ad Armunia, che da sempre tanto ha scommesso sull’ospitalità come momento fondante e luogo imprescindibile di condivisione di processi creativi, persiste nel progetto del festival la volontà di favorire i processi di creazione artistica attraverso le residenze. Sarà un’edizione, con 13 prime nazionali, che punterà su messinscene di compagnie che hanno nel lavoro sull’attore la loro centralità. Per la danza invece l’attenzione si concentrerà sul corpo e sulla figura per comunicare vibrazioni che neghino linee classiche, con cifre stilistiche molto chiare e che raccontino maschile e femminile. Quest’anno Inequilibrio, raccogliendo il testimone dal festival di Santarcangelo, ospiterà il Premio Lo Straniero (domenica 28 giugno ore 11 La Limonaia), un premio decisamente diverso dagli altri, che i redattori e collaboratori della rivista di “arte, cultura, scienza e società”, Lo straniero di Goffredo Fofi, attribuiscono ogni anno, sin dal lontano 1997. Tra i premiati di quest’anno ci sarà Tullio Pericoli del quale il castello Pasquini ospiterà una mostra dal titolo Una storia di segni. Le incisioni di Tullio Pericoli (28 giugno- 23 agosto 2015), che s’inaugurerà domenica 28 giugno, alle 19 alla presenza dell’artista. Oltre a Pericoli, saranno premiati Vinicio Capossela, gli editori Rosellina Archinto e Roberto Keller, i registi cinematografici Laura Bispuri e Saverio Costanzo, Saverio La Ruina, Alba Rohrwacher, il critico cinematografico Paolo Mereghetti, lo scrittore Maurizio Torchio e, i No-Tav, ai quali andrà un premio come rappresentanti del movimento di disobbedienza civile forse più avanzato e certamente più radicale nell’Italia recente. Sabato e domenica, giorno in cui sarà consegnato il Premio, sono in programma quattro incontri, uno su Disobbedienza civile e grandi opere: l’esperienza dei no TAV al quale partecipa Luca Giunti (Commissione Tecnica dei no Tav), Luca Rastello (giornalista e scrittore) e coordina Enzo Ferrara. Sempre sabato alle 17 si parlerà de Il cinema italiano, quello vero partecipano Paolo Mereghetti (critico cinematografico), Laura Bispuri (regista) Alba Rohrwacher (attrice), Saverio Costanzo (regista). Coordina Dario Zonta. Domenica alle 17 si parlerà di Teatro, musica, letteratura, esperienze radicali. Partecipano Vinicio Capossela (musicista e scrittore), Maurizio Torchio (scrittore), Saverio La Ruina (drammaturgo, regista attore) e Goffredo Fofi .
Mercoledì 24 giugno, giorno di apertura del festival della nuova scena tra teatro e danza, Inequilibrio si aprirà alle ore 17, con Gabbiani nello spazio (da Il Gabbiano di Cecov) della compagnia Garbuggino-Ventriglia ( 24 e 25 giugno), seguirà quindi, con due repliche alle 20 e alle 23,30, Claudio Morganti che proporrà la prima nazionale di I canti estratti dai Canti orfici di Dino Campana. Alle 21 Leonardo Capuano e Roberto Abbiati presenteranno il nuovo lavoro che li vede tornare insieme dopo il fortunato spettacolo Pasticceri, che debuttò proprio a Inequilibrio, 15 anni fa. Fame, ma chi è Pasquale? È il titolo di questo spettacolo che si ispira alla commedia dell’arte. Alle 22,15 la Compagnia Lombardi-Tiezzi presenterà Inferno 900 – Dante e il grande giornalismo del secolo breve, uno spettacolo di Federico Tiezzi con Sandro Lombardi e David Riondino, drammaturgia di Fabrizio Sinisi. A distanza di quindici anni dal fortunatissimo Dante Inferno, Federico Tiezzi riunisce di nuovo Sandro Lombardi e David Riondino intorno alla Commedia dantesca. Lo spettacolo mette a confronto i maggiori personaggi dell’Inferno con grandi icone del Novecento o con momenti cruciali della sua storia, costruendo una diversa possibilità di lettura e fruizione del poema fondante della nostra cultura. Oscar De Summa presenterà Stasera sono in vena e Nerval Teatro con Attraversamenti, viaggio nel mondo di Samuel Beckett (4 e 5 luglio), Roberto Latini/Fortebraccio Teatro (dal 1 al 5 luglio) con le Metamorfosi di Ovidio che utilizzerà veri e propri site specific per creare un prezioso vocabolario per immagini, che servirà a costruire lo spettacolo in forma definitiva. Latini sfrutterà la luce naturale, quella dell’alba, sulla spiaggia o quella del tramonto nel parco del Castello. Questo come altri lavori nella forma definitiva, debutteranno nella stagione invernale di Armunia. In questo modo anche il festival diventerà un’occasione di ricerca, un vero esperimento nell’esperimento. Tra gli spettacoli site specific quello del Collettivo IΩ` Teatro (4 e 5 luglio) coordinato da Renata Palminiello che presenterà, nel sottopasso della stazione di Castiglioncello, Kalavryta delle mille Antigoni, con testo di Charlotte Delbo, straordinaria scrittrice francese, poco conosciuta in Italia impegnata nella Resistenza francese, sopravvissuta ad Auschwitz, che ha scelto di farsi testimone del suo tempo, il Novecento europeo, attraverso la letteratura e la poesia.
Ci saranno graditi ritorni di artisti che già hanno lavorato ad Armunia e che da tempo mancavano come Roberto Rustioni con Ramayana (26 e 27 giugno), Alfonso Postiglione con La riunificazione delle due Coree di Joel Pommerat (26 e 27), Macelleria Ettore con Senza trama e senza finale dai racconti di Cecov (2 e 3 luglio); e poi Sebastian Barbalan (27 e 28 giugno) con un gruppo di giovani attori under 35, che presenterà Inglese senza professore, testo originale della “Cantatrice Calva” di Eugene Ionesco.
Per la danza una finestra sarà dedicata a compagnie internazionali come gli ungheresi Hodworks,  i londinesi Igor and Moreno e gli spagnoli Esteban – Aris. Tra i protagonisti Maurizio Saiu, considerato uno degli esponenti storici della danza d’autore in Italia, dopo la formazione con Merce Cunningham e le diverse esperienze con l’avanguardia newyorkese. A Castiglioncello proporrà con Elisabetta Di Terlizzi, il presequel di Morte Araba: la genesi, basato sulla storica performance realizzata nel 1998 per la danzatrice Cornelia Wildisen. Claudia Catarzi, proporrà la trilogia dei suoi lavori (Qui, ora, Sul punto e Intorno al fatto di cadere). Quindi tre interessanti coreografe – danzatrici e performer, impegnate in percorsi autoriali e di ricerca coreografica Irene Russolillo, Simona Bertozzi, Helen Cerina. Daniele Ninarello presenterà con la sua compagnia il progetto vincitore del premio CollaborAction 2014 assegnato dalla Rete Anticorpi XL. Tra i protagonisti di Inequilibrio ci sarà il gradito ritorno di Luca Scarlini ( 4 e 5 luglio ) con Prima le parole e poi la musica-cronache del match Mascagni – Dannunzio. I Gogmagog proseguiranno la proficua collaborazione con Virginio Liberti presentando il nuovo lavoro Sposati per sempre (4 e 5 luglio). Atto due / Murmuris proporrà il primo studio di Il migliore dei mondi possibili, radiodramma teatrale ispirato al Candido di Voltaire (1 e 2 luglio) con il testo di Magdalena Barile e con primo spettatore Massimiliano Civica. Il regista romano Vincenzo Manna porterà al festival S/Z (primo studio) Liberamente ispirato a Roberto Zucco di B. M. Koltès
(27 e 28 giugno), Mo-wan teatro proporrà Sull’Oceano ispirato al romanzo reportage di Edmondo de Amicis. La Compagnia Angelini/Serrani – Teatro Patalò presenterà Silenzi –frammenti di un discorso di coppia (26 giugno). Con L’Ombra della Sera (28 giugno), Teatropersona presenterà un suggestivo lavoro che s’ispira alla vita, all’opera, ma soprattutto allo sguardo di Alberto Giacometti. La Compagnia OSM (Occhisulmondo) porterà al festival un visionario spettacolo sul mondo delle drag queen: Alice Dragstore, per la regia di Massimiliano Burini (1 e 2 luglio). Da segnalare, all’interno del programma, la trilogia dedicata ai Quotidiana.com: in tre sere i tre capitoli di “Tutto è bene quel che finisce”. A completare il programma due progetti: la terza parte di Tre studi sulla vacuità del collettivo Fosca e diffraction #1 in paradise artists can fly, pièce multimediale ideata e musicata dal compositore Gabriele Marangoni con testo dello scrittore kosovaro Jeton Neziraj. Nei giorni del festival, nel parco del Castello Pasquini, sarà attiva dalle 18,30, l’area ristoro a Km 0 dell’azienda Biorialto. Nei due week end del festival, nel parco del Castello, ci sarà la mostra mercato dell’artigianato a cura dell’associazione Fatto a Mano.
Programma

Mercoledì 24 giugno
Sala del Camino, ore 17
Compagnia Garbuggino Ventriglia
Gabbiani in volo
2,50’

Tenso sopra, ore 21
Roberto Abbiati – Leonardo Capuano
Fame. Ma chi è Pasquale?
60’

Tenso sotto, ore 22.15
Compagnia Lombardi Tiezzi
Inferno 900 Dante e il grande giornalismo del secolo breve regia di Federico Tiezzi con Sandro Lombardi e David Riondino.
50’

Sala del the, ore 20 e ore 23,30
Claudio Morganti
I Canti
40’

Giovedì 25 giugno
Sala del Camino, ore 17
Compagnia Garbuggino Ventriglia
Gabbiani in volo
2,50’

Tenso sopra, ore 20
Roberto Abbiati – Leonardo Capuano
Fame – Ma chi è Pasquale?
60’

Tenso sotto, ore 21.30
Oscar De Summa
Stasera sono in vena
70’

Sala del the, ore 23
Mo-wan Teatro
Sull’Oceano
50’

Venerdì 26 giugno
Sala del the, ore 18
Mo-wan Teatro
Sull’Oceano
50’

Anfiteatro, ore 19
Roberto Rustioni
Ramayana
60’

Tenso sopra, ore 20.15
Maurizio Saiu
Morte Araba: La Genesi (D)
50’

Tenso sotto, ore 21.15
Alfonso Postiglione
La riunificazione delle due coree Joel Pommerat
1,50’

Sala del camino, ore 23.15
Teatro Patalò
Silenzi – Frammenti di un discorso di coppia
25’

Sabato 27 giugno
Tenso sopra, ore 18.30
Irene Russolillo
A loan (D)
40’

Sala del the, ore 18.30
Vincenzo Manna
S/Z (primo studio)
Liberamente ispirato a Roberto Zucco di B. M. Koltès
40’

Anfiteatro, ore 19.30
Roberto Rustioni
Ramayana
65’

Sala del camino, ore 19.30
Sebastian Barbalan
Inglese senza professore
Libera traduzione e adattamento di Sebastian Bărbălan e Alice Maestroni de “Englezește fără profesor” di Eugène Ionesco (la prima versione de “La cantatrice chauve”)
75’

Tenso sopra, ore 21
Compagnia Simona Bertozzi/Nexus
Animali senza favola (D)
55’

Tenso sotto, ore 22.15
Alfonso Postiglione
La riunificazione delle due coree di Joel Pommerat
1,50’

La Limonaia
Ore 11,00 Incontro Lo Straniero Disobbedienza civile e grandi opere: l’esperienza dei no TAV partecipano Luca Giunti (Commissione Tecnica dei no Tav), Luca Rastello (giornalista e scrittore) coordina Enzo Ferrara
ore 17 Incontro Lo Straniero Il cinema italiano, quello vero partecipano Paolo Mereghetti (critico cinematografico), Laura Bispuri (regista) Alba Rohrwacher (attrice), Saverio Costanzo (regista). Coordina Dario Zonta

Domenica 28 Giugno
Tenso sopra, ore 21
Irene Russolillo
A loan (D)
40’

Sala del the, ore 21
Vincenzo Manna
S/Z (primo studio)
Liberamente ispirato a Roberto Zucco di B. M. Koltès
40’

Tenso sotto, ore 22
Teatro Persona
L’ombra della sera
50’

Sala del camino, ore 23
Sebastian Barbalan
Inglese senza professore
Libera traduzione e adattamento di Sebastian Bărbălan e Alice Maestroni de “Englezește fără profesor” di Eugène Ionesco (la prima versione de “La cantatrice chauve”)
75’

Premio Lo Straniero ore 11 La Limonaia
ore 17 Incontro Lo Straniero: Teatro, musica, letteratura, esperienze radicali. Partecipano Vinicio Capossela (musicista e scrittore), Maurizio Torchio (scrittore), Saverio La Ruina (drammaturgo, regista attore) Goffredo Fofi (operatore culturale e sociale)
Inaugurazione mostra Tullio Pericoli ore 19

Mercoledì 1 luglio
Tenso sopra, ore 18
Claudia Catarzi
Intorno al punto di cadere (D)
30’

Sala del the, ore 18
Attodue/Murmuris
Il migliore dei mondi possibili
Di Magdalena Barile
Primo spettatore Massimiliano Civica
60’

Tenso sotto, ore 19.15
Gabriele Marangoni
diffraction#1
80’

Tenso sopra, ore 21.00
Helen Cerina
Iperrealismi (D)
40’

Sala del Camino, ore 22.00
Compagnia OSM (Occhisulmondo)
Alice Dragstore
75’

Viale del castello Castello Pasquini, ore 23.30
Fortebraccio Teatro/ Roberto Latini
Le metamorfosi
Site specific
30’

Giovedì 2 luglio
Tenso sopra, ore 19
Claudia Catarzi
Sul punto (D)
15’

Sala del the, ore 19
Attodue
Il migliore dei mondi possibili
Di Magdalena Barile
Primo spettatore Massimiliano Civica
60’

Anfiteatro, ore 19.30
Laura Aris/Álvaro Esteban
Cualquier Mañana (ANY GIVEN MORNING) (D)
20’

Tenso sopra, ore 20
Daniele Ninarello
L.A.N.D. Where is my love (D)
45’

Parco del Castello Pasquini – Pozzo, ore 20
Fortebraccio Teatro/Roberto Latini
Metamorfosi di Ovidio
Site specific

Tenso sotto, ore 21
Macelleria Ettore
Senza trama e senza finale
75’

Sala del Camino, ore 22.30
Occhi sul mondo
Alice Dragstore
75’

ore 17 La Limonaia Presentazione Libro La ferita dentro il teatro di Maurizio Lupinelli

Venerdi 3 luglio
Fontana parco giochi del Castello dalle ore 18
Roberto Latini/Fortebraccio Teatro
Metamorfosi di Ovidio
20’ site specific per un solo spettatore alla volta

Piazzetta Castiglioncello, ore 19
Fosca
Tre studi sulla vacuità di Caterina Poggesi e Cesare Torricelli
15’ site specific

Tenso Sopra, ore 19.45
Igor &Moreno
Tame Game (D)
20’

Anfiteatro, ore 20.15
Laura Aris/Álvaro Esteban
Cualquier Mañana (ANY GIVEN MORNING) (D)
20’

Tenso Sopra, ore 21.00
Claudia Catarzi
Qui, ora (D)
20’

Tenso sotto, ore 21.30
Macelleria Ettore
Senza trama e senza finale
75’

Sala del Camino, ore 23.00
Quotidiana. com
L’Anarchico non è fotogenico/Tutto è bene
50’

Sabato 4 luglio
Quercetano spiaggia libera adiacente Bagni nettuno ore 7.45
Roberto Latini/Fortebraccio Teatro
Metamorfosi di Ovidio
15’
Site specific

Sala del Camino, ore 19
Quotidiana. Com
Io muoio tu mangi
60’

Tenso sotto, ore 20.15
Nerval Teatro
Attraversamenti
Regia di Maurizio Lupinelli
60’

Sala del the, ore 20.15
Luca Scarlini
Prima le parole e poi la musica-cronache del match Mascagni – Dannunzio
50’

Tenso sopra, ore 21.30
Hodworks (HU)
Conditions of Being a Mortal (D)
45’

Anfiteatro, 22.30
Gogmagog
Matrimonio segreto di Virginio Liberti
60’

Sottopasso stazione di Castiglioncello ore 22.30
Collettivo IΩ` Teatro
Kalavryta delle mille Antigoni

Ore 10-13 / 15-17 L’INFORMAZIONE NELLO SPETTACOLO DAL VIVO: GIORNALISMI E SPECIALIZZAZIONE convegno con crediti formativi ORDINE DEI GIORNALISTI

Domenica 5 luglio
Tenso sotto, ore 19
Nerval Teatro
Attraversamenti
Regia di Maurizio Lupinelli
60’

Sala del the, ore 19
Luca Scarlini
Prima le parole e poi la musica-cronache del match Mascagni – Dannunzio
50’

Tenso sopra, ore 20.15
Hodworks (HU)
Conditions of Being a Mortal (D)
45’

Sala del Camino, ore 21.15
Quotidiana. Com
Lei è gesù
60’

Anfiteatro, ore 22.30
Gogmagog
Matrimonio segreto
di Virginio Liberti
60’

Sottopasso stazione di Castiglioncello ore 22.30
Collettivo IΩ` Teatro
Kalavryta delle mille Antigoni

Piazzale nel Parco – Castello Pasquini ore 23.30
Roberto Latini/Fortebraccio Teatro
Metamorfosi di Ovidio
Site specific
20’

Info armunia 0586754202 [email protected] www.armunia.eu
Ufficio stampa elisabetta cosci [email protected] 0586753707 339 5711927

Riproduzione riservata ©