Kick boxing e comicità stasera al Ntc

Mediagallery

Venerdì 26 e sabato 27 il Nuovo Teatro delle Commedie si prepara a due eventi imperdibili. Venerdì 26 alle ore 22 torna la novità della stagione de NTC con “La Messicana – incontri di kick boxing”. Sabato 27 ore 20 invece il NTC propone una serata con cena più spettacolo con Guascone Teatro in “Zona torrida”.

Venerdì 26 alle 22 torna La Messicana. Secondo appuntamento con gli incontri di kick boxing in collaborazione con la Palestra Akiyama di Livorno. Un ring al centro della platea e il teatro trasformato per l’occasione. Match di kick boxing tra i grandi nomi di questa disciplina per una serata diversa dal solito. Claudio Marmugi vestirà a suo modo le vesti di presentatore per una serata all’insegna di atmosfere esotiche, sudore e tequila. Il programma dei combattimenti:
Kick: Andrea Gori vs Dragos Turloi. Mma: Lischi Simone vs Caraman Eugenio. Kick: Rizzoli Niko vs Giuliani Michele. Shoot: Petrucci Simone vs Koll Ndreka. Mma: Vidic Samuel vs Panicucci Miro. Full: Bertucci Luca vs Aiello Alessio. Muay Thai: Diego Fornaciari vs Caputo Guglielmo. Shoot: Stenaji Manuel vs Facchineri Domenico.
Ingresso 10 euro.

zona1Sabato 27 alle ore 20 serata con cena più  spettacolo di Guascone Teatro in “Zona torrida”. Alle ore 20 sarà servita la cena cucinata dalla cuoca Rosa Zummo di Telocucinoio. Per questa serata la cuoca ha ideato un menu speciale che prevede fantasia di antipasti misti terra, crespelle al radicchio, ricotta e salsiccia toscana, zuppa di cereali, legumi e fiori, polpettone al cartoccio, contorni misti. È prevista una versione vegetariana per ogni portata su richiesta.
A seguire, alle ore 22.15, salirà sul palco Guascone Teatro che presenta “Zona torrida”, di Donato Sannini e Daniele Costantini, con Andrea Kaemmerle, Riccardo Goretti, Adelaide Vitolo. Torquato e Anatrone non escono più di casa. Da chissà quanto. Passano la maggior parte del tempo sdraiati su due lettacci, e quando faticosamente si tirano su divorano panini inverosimili, discutendo se sia meglio imbottirli di Simmenthal o di Manzotin. Sono entrambi divorziati. Le ex mogli, “quelle maiale”, lontane, antipatiche, incomprensibili per i loro occhi di bestia, si fanno vive solo per ingiunzioni tramite i loro avvocati. Torquato e Anatrone non ce la fanno più, dicono. Accendono la televisione, ma odiano tutto quello che viene trasmesso. Discutono di politica e di parmigiano, e poi si ributtano sui loro letti.
La stanza di Torquato e Anatrone è un deserto secco, una pozza di polvere, una camera a gas. La vita di Torquato e Anatrone è una zona torrida. Tra “Berlinguer ti voglio bene” e “Aspettando Godot”, i due, che definire antieroi è davvero troppo troppo poco, conducono un’esistenza ai limiti del tragicomico, esilarante per troppo squallore, chiusa a doppia mandata dall’interno, finchè, proprio quando tutto sembra perduto, il mondo esterno offre una flebile speranza a Torquato e Anatrone, una speranza che ha le sembianze di Guendalina, fresca e avvenente cugina di uno di loro.
Che cos’è Zona Torrida? Il testo di Sannini e Costantini, nel 1984, ha realizzato solo 30 repliche, con Sannini stesso nei panni di Anatrone, e l’indimenticabile Carlo Monni in quelli di Torquato. Poi, gli eventi ci hanno strappato via questo capolavoro da davanti gli occhi. Oggi, ci sembra giusto che, finalmente, questo spettacolo viva. Esista. Non lo facciamo per noi, né per loro. Lo facciamo per voi.
Ingresso cena più spettacolo 22 euro. Solo spettacolo 10 euro. Prenotazioni necessarie entro venerdì 26 ore 18 al numero 0586 1864087, dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 14.

Per maggiori informazioni e per prenotazioni 0586 1864087 o mail [email protected].

Riproduzione riservata ©