Il Mercato si mette…a nudo. Body painting, il calendario

Mediagallery

“Il più gustoso calendario fotografico dell’anno 2016 dove mesi e stagioni sono scanditi dalla bellezza di volti e corpi tipicamente livornesi, mimetizzati tra colori e sapori di pane, spezie, formaggi, dolci, vino…”.
E’ quanto si legge nell’introduzione del nuovo calendario 2016, “Il Mercato a Nudo” già in vendita all’interno dello stesso mercato e, da fine settimana, anche nelle edicole della città (clicca sul link in fondo all’articolo per consultare e scaricare il calendario completo in pdf). Scaturito da un’idea di Roberto Barbieri, con il patrocinio del Comune di Livorno, il calendario non solo ha lo scopo di valorizzare la bellezza artistica del Mercato e dei suoi prodotti, ma anche un fine benefico. L’incasso delle vendite servirà infatti per aiutare la piccola Ginevra, una bambina livornese improvvisamente colpita da una rarissima malattia, che necessita urgentemente di cure, purtroppo costose.
Il “Mercato a Nudo” è il frutto finale dell’operazione “bodypainting al Mercato” che ha visto per tutto il mese di settembre, fotografi, artiste e truccatrici impegnate a dipingere il corpo di 12 ragazzi livornesi (selezionati attraverso un casting) , per l’esattezza otto ragazze e quattro ragazzi (complessivamente 12 quanti sono i mesi dell’anno) che si sono fatti “tela” trasformandosi in prodotti alimentari. Una volta truccati tromp d’oeil si sono poi “mimetizzati” tra i banchi del Mercato, mescolandosi tra biscotti, pesci e fagioli, forme di formaggio, caramelle e uova. Dagli scatti è nato un calendario davvero originale, coloratissimo e allegro che ci potrà accompagnare per tutto il corso dell’anno ricordandoci anche il gesto di solidarietà importante che abbiamo fatto nell’acquisto.
L’operazione “bodypainting al Mercato” nata, come detto, da un’idea del livornese Roberto Barbieri è stata condotta da Sabrina Bianchi Cauteruccio , che ha coordinato la regia, dalle giovani artiste della Blender Soluzioni creative , da Patrizia Bonicoli a cui si deve il make-up, da Dario Ameno per il servizio fotografico e dallo stesso Roberto Barbieri per il backstage e gli scatti. Tutti hanno lavorato gratuitamente per l’iniziativa.
Costo del calendario 8 euro ( ma logicamente può essere donato anche di più).
Per eventuali donazioni: Comitato “Salviamo Ginevra” conto bancario dedicato alla raccolta donazioni: c/c IT66S0200813919000103835312.

Riproduzione riservata ©