Fai “apre” la Torre di Calafuria

Il Fondo per l'Ambiente Italiano apre le porte della Torre di Calafuria sabato 19 e domenica 20 marzo

Mediagallery

In occasione della due giorni di “Giornate Fai di Primavera” ecco che il Fondo per l’Ambiente Italiano apre le porte della Torre di Calafuria sabato 19 e domenica 20 marzo. La Torre di Calafuria si inserisce in un complesso sistema difensivo che da Livorno si spingeva lungo la costa meridionale della sua attuale provincia. La sua costruzione risale al XVI secolo quando fu costruito da Cosimo I de Medici il corpo armato dei cavalleggeri.
Durante la visita all’interno della torre sarà possibile scoprire la storia della torre e del sistema di avvistamento costiero, dell’antico insediamento limitrofo con le cave risalenti all’Ottocento. Sarà possibile ammirare dal ballatoio aggettante della torre, alta più di 20 metri, uno splendido panorama, una vista a 360° sul tratto di mare del Romito e sui monti dell’entroterra. Sospesi tra mare e terra in un tratto di costa di rara bellezza: alte scogliere unite alla macchia mediterranea si elevano da un mare cristallino.
Molto conosciuta dai Livornesi e non solo, è divenuta uno dei simboli della città e della sua costa, “prestata” anche al cinema: nei pressi della torre avviene infatti il tragico epilogo del film “Il Sorpasso”.

Orario sabato 19 marzo
13.30 – 18.30
10.00 – 13.00: ingresso riservato agli Iscritti FAI, possibilità di iscriversi al FAI in loco
Orario domenica 20 marzo
10.00 – 18.30
Visite guidate
Visite guidate a cura degli Apprendisti Ciceroni® del Liceo Scientifico “F. Cecioni”

Riproduzione riservata ©