La grande musica in campo per aiutare la Fop. Luci e le associazioni: “Partecipate numerosi”

Mediagallery

Due testimonial di fama internazionale sostengono la prima stagione concertistico‐teatrale intitolata “Musica e Teatro per la Vita”, a favore dell’Associazione FOP Italia per la raccolta fondi per la ricerca contro la Fibrodisplasia Ossificante Progressiva: il Maestro Zubin Mehta, dire-ore principale del Maggio Musicale FiorenLno, e il dire-ore artistico, Maestro Gianni Tangucci, hanno sposato questa nobile causa, consegnando a tutte le realtà impegnate nella Stagione, il loro supporto e la condivisione del messaggio di solidarietà e impegno nella raccolta fondi per la ricerca.

Direttore artistico della Stagione, organizzata dall’Associazione culturale “Mercury” di Gabriele Piva e dall’Associazione culturale “Camerata de’ Bardi”, è il Maestro Domenico Pierini, violinista spalla dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino. Molte le istituzioni che sostengono l’iniziativa, dal Comune di Livorno, all’Associazione Gaslini Onlus dell’Istituto Gaslini di Genova, all’Associazione Sportiva Livorno Calcio, all’Associazione “Il porto dei piccoli” di Genova, in collaborazione e con il contributo di Baby Birba Asilo Nido e Ludoteca di Livorno.

L’inaugurazione della stagione è affidata ai Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino. La bacchetta livornese del Maestro Pierini, maestro concertatore e violino solista, dirigerà i colleghi in un ampio programma sinfonico che prevede l’esecuzione del Divertimento n. 1 in Re maggiore K 136 del genio salisburghese Wolfgang Amadeus Mozart, del Concerto per violino solista e archi in Re minore MWVO3 di Felix Mendelssohn-Bartholdy, scritto dal compositore nel 1822 a soli 13 annima eseguito solo nel 1952 grazie alla riscoperta del solista Yehudi Menuhin, e, infine, la Piccola serenata notturna in Sol maggiore K 525 (Eine Kleine Nachtmusik) di Mozart, uno dei più celebrilavori del compositore.

Il concerto inizierà alle 21.30, alla Sala Canaviglia della Fortezza Vecchia di Livorno. All’inaugurazione seguiranno altri sei appuntamenti musicali: il recital pianistico di Giuseppe Albanese (venerdì 10 ottobre 2014, 21:30, Teatro la Goldonetta), solista internazionale, che proporrà la Fantasia op. 17 di Robert Schumann, la Sonata quasi una fantasia op. 27 n. 2 di L. Van Beethoven e la Fantasia Wanderer di Franz Schubert; il concerto dell’Ensemble Klezmerata Fiorentina (lunedì 20 ottobre, ore 21:30, Grand Hotel Palazzo), quartetto strumentale formato dalle prime parti soliste dell’Orchestra del Maggio Musicale, Igor Polesitsky al violino, Riccardo Crocilla al clarinetto, Francesco Furlanich alla fisarmonica, Riccardo Donati al contrabbasso, che narrerà le tradizioni musicali degli ebrei ucraini attraverso un viaggio costituito da 18 racconti di uno Zaddik nascosto – concerto che porta il tiolo del nuovo album “18 Tales of a hidden Zaddik” uscito nello scorso giugno; la serata dedicata al teatro di prosa con i grandi a-ori e registi Francesco e Carlo Giuffrè (David di Donatello nel 1984 per il Miglior a-ore non protagonista nel film “Son contento” di Maurizio Ponzi, nel ruolo di Falcone), padre e figlio unti nella stessa passione per la Commedia dell’Arte, nello spettacolo intitolato “Ti hanno portato via all’alba” (giovedì 13 novembre 2014, alle 21.30, Nuovo Teatro delle Commedie); il concerto cameristico del QuarteFo d’Archi del Teatro alla Scala di Milano – costituito da Francesco Manara e Pierangelo Negri ai violini, Simonide Braconi alla viola e Massimo Polidori al violoncello – che proporrà un programma di musiche di Wolfang Amadeus Mozart e Ludwig Van Beethoven (lunedì 24 novembre 2014, alle 21.30, Grand Hotel Palazzo); il viaggio musicale attraverso i secoli, dal ’600 ai giorni nostri, con gli Ottoni del Maggio Musicale Fiorentino che eseguiranno un vasto repertorio che dai compositori barocchi veneziani Andrea e Giovanni Gabrieli arriverà fino alle colonne sonore e ai grandi standard dei più noti successi cinematografici hollywoodiani (domenica 14 dicembre 2014, alle 21.30, Grand Hotel Palazzo); in chiusura, il concerto musical-cinematografico ideato dal pianista solista Gabriele Baldocci Sheer Piano Attack – Queen Piano Tribute”, che prevede l’esecuzione delle trascrizioni che Baldocci ha fa-o delle più celebri songs dei Queen.

La manifestazione è stata presentata allo stadio Armando Picchi di Livorno da Gabriele Piva, dell’associazione culturale Mercury, dal maestro Domenico Pierini, dalla vicesindaco Stella Sorgente, da Andrea Luci e Sabrina Malavolti dell’associazione culturale “Camerata de’ Bardi”. Da parte di tutti è arrivato un invito “a partecipare il più possibile per favorire la ricerca e lo sviluppo per la Fop”. La speranza è che eventi di questo genere possano trovare una continuità anche nei prossimi anni “magari con l’innesto di cantanti pop per attirare anche i giovani”.

Sette eventi che vedranno alternarsi sui palcoscenici della città amaranto grandi personalità della Musica e del Teatro tuo riuniti a Livorno per aiutare la ricerca a favore della FOP, la Fibrodisplasia Ossificante Progressiva, detta anche Malattia dell’Uomo di Pietra, rara ed ereditaria, gravemente disabilitante, che interessa il tessuto connettivo e trasforma muscoli scheletrici, tendini e legamenti in ossa, rendendo impossibile qualsiasi movimento corporeo e riducendo di molto le aspettative di vita.

Ogni evento prevede un biglietto d’ingresso, per il concerto di inaugurazione il costo del biglietto è di 20 euro (posto unico), per tuo gli altri sei spettacoli il costo del biglietto è di 10 euro (posto unico). E’ possibile fare anche un abbonamento al costo di 60 euro. Per informazioni e prenotazioni: [email protected], pagina Facebook Associazione Mercury, website www.assocultmercury.it

Riproduzione riservata ©