Film. “Una nobile causa” ai Salesiani

Mediagallery

Al Cinema Teatro Salesiani La prima Visione del film “Una nobile causa”  di Emilio Briguglio, per raccontare con la freschezza della commedia e la levità di un racconto corale lo spinoso tema della malattia per il gioco.

Un cast brillante con Giorgio Careccia, Rossella Infanti, Antonio Catania, Roberto Citran, Francesca Reggiani, Guglielmo Pinelli, Giulia Greco, Simona Marchini, Massimo Bonetti, Nadia Rinaldi, Massimo Foschi, Carla Stella, Eleonora Fuser, Vasco Mirandola e Nina Senicar. La fotografia è firmata da Lorenzo Pezzano, le musiche da Fabrizio Castania e Tommy Fanton, il montaggio da Luca Bozzato e il suono di presa diretta da Francesco Liotard.

Una Nobile Causa arriva nei cinema Italiani a partire dal 24 maggio prossimo.  Prodotto da Rebecca e Tarcisio Basso su un soggetto di Riccardo Fabrizi, Francesco Costa ed Emilio Briguglio, Una nobile causa racconta la vicenda parallela di Gloria, una giocatrice incallita reduce da una folgorante vittoria di un milione di euro alle slot machine, e della sua famiglia, terrorizzata che sperperi il bottino miracolosamente vinto e del Marchesino Alvise Fantin, a sua volta malato di gioco, piccolo truffatore, condannato a risarcire con il proprio lavoro due delle sue vittime, due pescivendoli, padre e figlia. Dopo essersi perdutamente innamorato della giovane Tania, Alvise pare redimersi, ma non tutto è come sembra.

A raccordo di entrambi la saggia figura del Dottor Aloisi, psicologo specializzato nella cura del gioco di azzardo a cui Gloria e la sua famiglia si affidano per un percorso di terapia.

In un escalation di colpi di scena, un fattore mette in comune tutti i protagonisti della vicenda e diventa fondamentale strumento di comicità: l’intelligenza perversa ed acuta, la furbizia di chi, in nome di un’ossessione quale quella del gioco, si condanna alla piccola e alla grande truffa per poter alimentare la propria malattia.

La proiezione livornese al Cinema Teatro dei Salesiani anticipa ed introduce un progetto nazionale per la lotta alle ludopatie denominato“ Noi, Desideri, Liberi “ al quale hanno aderito la associazione CGS Flash (Cinecircolo Giovanile Socioculturale Salesiani),   l’Oratorio-Centro Giovanile Don Bosco, l’Istituto Figlie di Maria Ausiliatrice, alcune scuole del nostro territorio oltre al Comune di Livorno.

Livorno, nella sostanza diventa capofila nazionale del progetto. Il gioco d’azzardo patologico (GAP) è oramai considerato una vera patologia classificata come “disturbo del controllo degli impulsi non classificati altrove”.

E’ un fenomeno che coinvolge migliaia di persone con enormi costi sociali. La prima proiezione nazionale assoluta è prevista al CINEMA TEATRO SALESIANI  in Viale Risorgimento, 85  MARTEDI 24 mattina alle ore 11:00 con precedenza alle scuole cittadine alle scuole cittadine, ma aperta a tutta la ciitadinanza, che sarà anticipata da una tavola rotonda cui parteciperà il regista del film, Emilio Briguglio, l’assessore Comunale alla Cultura Serafino Fasulo, l’assessore regionale Cristina Grieco, il Consigliere Regionale Enrico Cantone e il Vice Sindaco di Livorno e assessore alla scuola  Stella Sorgente, nell’ambito di un evento denominato “Giornata contro la ludopatia” all’interno del Progetto Gioco scaccia gioco. Gli scacchi e la dama contro la ludopatia, con il patrocinio del Comune di Livorno. Avremo gradito ospite il campione del mondo di dama Michele Borghetti, che dalle ore 9 si esibirà in una simultanea su 15 scacchiere. Le altre proiezioni sono previste per GIOVEDI 26 maggio,  SABATO  28 maggio  e DOMENICA 29 maggio sempre alle ore 21.      Per ulteriori informazioni tel. 347 6231966

Riproduzione riservata ©