“Fi-Pi-Li Horror Festival 2016”, la paura a tutto gas

Mediagallery

Forse è quella condizione di smarrimento che maggiormente proviamo nella nostra vita e che, alla fin fine, è votata alla supremazia del nostro animo. Del resto è uno stato emotivo, quello della paura, che, di fronte a qualcuno oppure a qualcosa, ci fa sprofondare nell’ansia o nell’insicurezza. Come che sia, è proprio con la paura che l’associazione culturale labronica “Il Teatro della Cipolla” ci farà saldare i conti il prossimo anno quando porterà sotto l’occhio di bue la quinta edizione del “Fi-Pi-Li Horror Festival”, la manifestazione cult di caratura nazionale che ormai da qualche primavera insanguina le strade di Livorno. D’altronde non si esagera nell’affermare che la maratona del terrore siglata dal Teatro della Cipolla totalizzi ogni anno numeri importanti. Per esempio, è lecito parlare di una consueta e massiccia partecipazione ai concorsi video e letterario abbinati alla stessa: infatti, facendo il calcolo rispetto alle quattro edizioni precedenti, in media sono stati ben 100 i cortometraggi e 150 gli elaborati letterari a pervenire alla segreteria della kermesse, oltretutto spediti non solo da tutta Italia, ma anche da città oltre confine come Parigi e Berlino. Ma i numeri ricavati dai quattro anni scorsi hanno pure evidenziato: 5mila presenze; un centinaio di artisti ospitati e resi partecipi delle attività del festival (tra i quali, solo per citarne alcuni, i Manetti Bros, Pupi Avati, Lamberto Bava, Ruggero Deodato, Valter Casotto, Pierpaolo Capovilla, Cecilia Scerbanenco, Massimo Carlotto e Federico Frusciante); 400 iniziative tra anteprime, worshop, incontri letterari e spettacoli teatrali; 7 strutture adibite a location (tra cui il Nuovo Teatro delle Commedie, il cinema 4 Mori, la Fortezza Vecchia, gli Asili Notturni e la libreria Belforte/scuola Carver); 50 operatori del turismo e dello spettacolo coinvolti. Carta canta, insomma. Prima di farci sapere quali saranno le sorprese dell’edizione 2016 del “Fi-Pi-Li Horror Festival”, il Teatro della Cipolla ha intanto resi pubblici i bandi di concorso video e letterario abbinati ad essa, che sono già online sul sito web ilteatrodellacipolla.it. Per quanto riguarda il concorso video, cioè quello con deadline fissata al 22 febbraio 2016 e riservato ai cortometraggi di durata non superiore ai 20 minuti, tra le novità segnaliamo la neonata categoria “fantascienza e fantastico” nonché la possibilità di essere premiati anche per il “miglior soggetto” e la “migliore interpretazione” in ogni sezione. Invece, per quanto concerne il concorso letterario “La paura fa 90 (righe)”, ovvero quello con scadenza al 29 febbraio 2016, vale ancora il limite max delle 90 righe per i racconti e delle 90 parole per le poesie. Ovviamente la partecipazione ai concorsi è aperta a tutti i videomaker e scrittori d’Italia. Per ulteriori informazioni, è possibile leggere i testi integrali dei bandi sul sito web precitato o contattare gli organizzatori sia sulla pagina Facebook “Fi-Pi-Li Horror Festival”, sia telefonicamente ai numeri 339-5781493 e 328-7372627.

Riproduzione riservata ©