I “Monuments Men” labronici: “così salviamo l’arte”

Mediagallery

di Roberto Olivato
(foto in pagina di Roberto Barbieri)

Quasi a fungere da contraltare al furto del tabernacolo e delle particole alla cappella di S.Giuseppe all’ospedale, facendolo rimanere un caso fine a se stesso, è giunta ormai alla vigilia della sua presentazione, un’iniziativa che tende a valorizzare le opere di arte sacra delle chiese cittadine. Il vescovo Simone Giusti ha iniziato da tempo, con non poche difficoltà, la ristrutturazione delle varie parrocchie ma da sola la diocesi non può arrivare a soddisfare le molteplici esigenze strutturali e di abbellimento, di cui le quarantasette parrocchie che la compongono necessitano.
In soccorso a queste esigenze è intervenuto un gruppo di amici che costituitosi il 31 ottobre  in comitato, ha deciso d’intervenire per ridonare splendore ad alcuni dipinti presenti in alcune navate, raccogliendo i fondi necessari per gli interventi. Il primo sarà fatto presso la chiesa di piazza della Vittoria con un trittico  dedicato a S.Maria del Soccorso ed a tre santi.
A parlare di questa operazione è l’avvocato Massimo Cenerini uno dei componenti il comitato.
Avvocato perché avete iniziato con la Madonna del Soccorso?
“La chiesa del Soccorso è la più grande della diocesi e fu realizzata per la fine dell’epidemia del colera nel XIX secolo. L’immagine che si trova attualmente al suo interno fu collocata provvisoriamente in attesa di una grande tela, che a tutt’oggi non è mai stata realizzata. La nostra iniziativa prevede la realizzazione di una parte di quella tela”.
Può dirci di più dei tre santi?
“Il primo sarà il Beato Pio Alberto Del Corona nato nel quartiere della Venezia, sarà il primo livornese a salire agli onori degli altari ( la sua beatificazione avverrà il prossimo 19 settembre ndr), seguiranno San Josemaria Escrivà fondatore dell’Opus Dei ed il Beato Alvaro Del Portillo suo primo successore. Cosa hanno a che fare questi sue personaggi con Livorno? Entrambi transitarono frequentemente per la nostra città, erano devoti alla Madonna del Soccorso e spesso hanno visitato la sua icona”
La presentazione ufficiale del Comitato dal nome emblematico “ Torniamo alla bellezza “, avrà luogo domani 28 maggio alle 18,45 in via della Madonna presso la ex Chiesa degli Armeni, alla presenza del vescovo Simone Giusti. Nella circostanza sarà presentato il bozzetto delle tre tele.

Riproduzione riservata ©

3 commenti

 
  1. # Finalmente

    Che bella iniziativa….grazie

  2. # basito

    Ottima iniziativa ! Ma veramente non credo che il vescovo Giusti sia in difficoltà economiche altrimenti non avrebbe intenzione di spendere 3 milioni di euro nella chiesa da Lui progettata al Borgo di Magrignano !

  3. # battista

    avrebbe bisogno di risistemazione la parrocchia SAN SEBASTIANO è messa male….e ci sono tante opere storiche all’interno…

I commenti sono chiusi.