Da Berlino ai Bagni Lido. Allegri-show

Mediagallery

Pochi giorni fa a Berlino a cercare di alzare al cielo la “Coppa con gli orecchi”. Oggi, domenica 14 giugno, di buon mattino intorno alle 8,15 ai Bagni Lido di Ardenza per giocarsi la sua personalissima Coppa Campioni fatta di sfottò, sponde e sudore nel gabbione dei Bagni Lido con gli amici di una vita (clicca sul link in fondo all’articolo per vedere le immagini e il video della partita). Ecco mister Allegri che a Livorno tutti conoscono come “Acciuga”, arrivare con tanto di pantaloncini blu, scarpe da ginnastica e t-shirt bianca, presentarsi puntuale e preciso per l’appuntamento che ormai si ripete da tre anni: la gabbionata insieme ai compagni di sempre.

Match molto “sentito” nello stabilimento balneare e tra gli amici di Massimiliano Allegri che lo hanno atteso già pronti per scendere nell’arena fatta di cemento e reti fin dalle 8 del mattino.
Alle 8,40 circa tutto è pronto per il fischio di inizio. La partita inizia piano, con ritmi di gioco lenti. Gli avversari si studiano. Mister Allegri dirige in campo i vari “Vecio”, “Il bagnino” e “il dentista” portando la squadra alla vittoria per 4 reti a 2 con una sua personalissima doppietta siglata con un colpo di testa e una zampata felina.
Dall’altra parte la colonna portante degli avversari, Andrea Fedi detto “Dodo”, non brilla come i compagni di squadra si aspettano e “Acciuga” parte con lo sfottò: “Ma Dodo ti sei scordato di scendere in campo’”. E l’altro replica: “Te Massi l’anno scorso sei venuto alle 10, anzi ci ha lasciato giocare in 7!” (riferendosi ironicamente al fatto che le partite di gabbione si giocano 4 contro 4 quindi 8 in totale).
La squadra di Allegri è compatta e trova subito lo sprint per andare sul 3 a 0 dopo dieci minuti. Poi alla fine del primo tempo due reti che riaprono il match 3 a 2. Nella ripresa il colpo del kappaò del mister juventino che scarta il difensore e infilza un incolpevole Riccardo Del Corona chiamato a difendere i pali. Stoica la sua resistenza, da otto in pagella, che ha negato molte gioie all’allenatore e ai suoi compagni di squadra. Alle 9,20, dopo 40 minuti di partita, il triplice fischio di Riccardo Ganni, il titolare dello stabilimento, che era a fare il tifo sulle tribunette insieme ad altri clienti dei Lido. Applausi e prese di giro tra amici che si sono poi rilassati sulle spallette fuori dal gabbione al termine delle “ostilità”.
Alla fine tutti in mare per il bagno rinfrescante. L’appuntamento è fissato, come ormai tradizione, al prossimo anno.
Le formazioni: Riccardo Del Corna detto “Macho”, Massimo Ennas (1 gol), Massimo Cresci (1 gol), Andrea Fedi detto “Dodo”, l’Iniesta dei Bagni Lido.
Marco Cresci detto “il dentista”, Massimiliano Acciuga Allegri (doppietta), Roberto “Il Bagnino” Vicidomini (1 gol), Amerigo Lessi detto “Il Becio” (1 gol).
In panchina: Furio Mantovani.

Riproduzione riservata ©