Cristina Donnini al Coircolo Masini

Mediagallery

Grande cultore della musica francese del Novecento, e lui stesso esponente della musica post-impressionistica, Federico Mompou, compositore spagnolo nato a Barcellona nel 1893 ed ivi scomparso nel 1897, è stato oggetto di studio approfondito della pianista livornese Cristina Donnini, che sul musicista catalano ha realizzato un libro dal titolo fascinoso, “L’incanto dell’ineffabile”. In questo volume, uscito nel 2014 per i tipi della casa editrice EurArte, Cristina Donnini analizza l’opera pianistica di Mompou, che molto deve a Debussy, Ravel e Satie, che possiamo considerare la scuola storica del Novecento francese e che, come quella di altri musicisti – pensiamo a Canteloube e soprattutto ad Albèniz – raccoglie elementi del folclore iberico o pirenaico. Opera dunque di grande interesse musicologico su un artista certamente conosciuto, ma non troppo studiato neppure nel paese natale, che domenica 29 marzo alle ore 16 sarà presentata al Circolo Masini. Nella stessa occasione Cristina Donnini farà ascoltare pagine tratte dai Dialogues e da Charmes (Incanti) che costituiscono parte del catalogo di Mompou.

Cristina Donnini, diplomatasi in pianoforte e didattica della musica con il massimo dei voti presso l’Istituto musicale “P. Mascagni” di Livorno e il Conservatorio “G. Puccini” di La Spezia, si è poi perfezionata con i maestri Rossana Bottai, Alessandro Specchi, Daniel Rivera e Pier Narciso Masi, consìduce un’intensa attività concertistica per il Duo Nuages (di cui fa parte in coppia con Scilla Lenzi) ed insegna nella scuola media ad indirizzo musicale “L. Niccolini” di Ponsacco.

 

Dove: Circolo Masini, domenica 29 marzo, ore 16. Federico Mompou, L’incanto dell’ineffabile. Cristina Donnini, pianoforte

Riproduzione riservata ©