Countdown per il “Fi-Pi-Li Horror Festival”

Mediagallery

Se, dopo il 15 marzo, incontrerete per le strade di Livorno zombi, licantropi, vampiri e killer seriali, non preoccupatevi più di tanto: significa che finalmente la paura si è scatenata. È solo un effetto collaterale del superamento della deadline dei concorsi video e letterario del “Fi-Pi-Li Horror Festival”, kermesse nazionale che si terrà dal 23 al 26 aprile.

«Grazie alla collaborazione del Comune di Livorno, l’edizione 2015 – spiega Alessio Porquier del Teatro della Cipolla, sodalizio responsabile dell’organizzazione – punta a far vivere il festival in tutta la città e soprattutto ad aumentare i numeri che fino ad ora ci hanno dato ragione. A parte il Nuovo Teatro delle Commedie, oramai cuore pulsante dell’evento, l’orrore vi farà rabbrividire anche alla Premiata Libreria Belforte/Scuola Carver, al cinema 4 Mori e persino alla Terrazza Mascagni e in Fortezza Nuova. Infatti queste ultime saranno rispettivamente il punto di partenza e di arrivo della marcia benefit “The Walking Crazy Dead”, organizzata in tandem con l’associazione “I camminatori folli” per raccogliere fondi per il Parco Pertini. Inoltre, con la collaborazione della Porto 2000, organizzeremo in Fortezza Vecchia un evento prestigioso, un omaggio teatrale a una pellicola supercult che quest’anno spenge le 40 candeline».

Una manifestazione per i kamikaze delle emozioni forti, questa, che nelle scorse tre edizioni, maturando esponenzialmente, ha totalizzato numeri di rilievo: 3.000 presenze, 100 appuntamenti (tra proiezioni, show, stage, lectio magistralis e presentazioni), 50 operatori dello spettacolo e del turismo coinvolti (con ricaduta economica sulla città, a rimarcare la non autoreferenzialità dell’evento), 150 cortometraggi e 200 racconti in gara nei concorsi video e letterario abbinati al festival. Per non parlare dei nomi che, sempre nelle scorse tre edizioni, hanno giganteggiato nell’àmbito dell’iniziativa: Pupi Avati, Lamberto Bava, Ruggero Deodato, i Manetti Bros, Pierpaolo Capovilla; e poi Marco Ristori, Luca Boni, i Licaoni, Federico Frusciante, Ricky Caruso, Raffaele Picchio, Filippo Mazzarella, Valentina D’Amico, Valerio Nardoni, Giovanna Maina, Alessio Santacroce, Chiara Pani, Antonio Tentori e molti altri.

Porquier conclude sottolineando che «per questa edizione, che si gioverà inoltre della collaborazione dell’Università di Pisa, che ha sposato il progetto con entusiasmo, è già confermata la presenza dei registi Manetti Bros, di Giampaolo Simi, scrittore e sceneggiatore televisivo, e dell’autrice Cecilia Scerbanenco, figlia dell’indimenticabile Giorgio Scerbanenco, punta di diamante della letteratura noir italiana».

Intanto, per quanto riguarda i concorsi letterario e video, su gentile richiesta è stata posticipata al 15 marzo la scadenza per la spedizione dei lavori. Per i dettagli delle due competizioni, che vantano ricchi montepremi e giurie di livello, nonché per ogni approfondimento sulla manifestazione, consultare i siti web www.ilteatrodellacipolla.it e www.fipilihorrorfestival.it

Riproduzione riservata ©