Ciakke si gira al Vertigo

Mediagallery

La nuova stagione del Centro Culturale Vertigo apre domenica 5 ottobre – ore 17.30 – con Ciakke, si gira, uno spettacolo che già nella scorsa ha fatto registrare il tutto esaurito. Il secondo capitolo della trilogia livornese scritta e diretta da Simone Fulciniti ci farà ritrovare i Citernesi, una autentica e popolare famiglia labronica in cui spicca la personalità verace e tagliente della vecchia Dromedaria, sempre in lite col genero Panfilo e a stretto contatto con la Gina, pettegola e informatissima vicina di casa che non si vede mai ma si fa sentire.  Dopo il divertentissimo viaggio in Russia, questa volta i nostri protagonisti sono alle prese con il dorato mondo del cinema.
Il cast, composto da Massimiliano Bardocci, Sandro Andreini, Daniela Salucci e Roberta Stagno –  la famiglia Citernesi al completo – vede in scena anche Simone Fulciniti, anche questa volta autore e regista dell’opera, Marco Bruciati nel ruolo del produttore romano, Giuseppe Tecce nei panni del regista, Iuri Giusti, Valentina Carbone ed Eric Baesso.
Una troupe cinematografica sbarca, infatti, a Livorno per girare un film e sceglie come location principale proprio lo stabile popolare in cui abitano i Citernesi. L’occasione è ghiotta per la giovane di casa, un’aspirante attrice senza alcun talento, e per Panfilo che decide di sottoporsi al provino per sfoderare tutto il suo fascino. Produttore e regista, però, non si faranno sfuggire la vecchia e ingaggeranno proprio Dromedaria per un ruolo nel film. Come nella migliore tradizione della commedia vernacolare, però, niente andrà per il verso giusto e i protagonisti verranno coinvolti in una vicenda divertente e spassosa.
“La vicenda che racconto in Ciakke, si gira prende spunto da alcuni fatti realmente accaduti in città alla fine degli anni Novanta, quando arrivò una troupe cinematografica per girare un film “fantasma” che nessuno ha mai visto”, spiega Fulciniti. “I nostri eroi, proprio come tanti livornesi all’epoca, saranno al centro della lavorazione del film e ne vedranno, e noi con loro, delle belle”.
A fine anno uscirà per Erasmo Vernacolo il testo integrale della commedia – come già accaduto per Chi è Gagarinne – con allegato il libretto Livorno 58, case chiuse, ispirato alle vicende legate al film che nel 1997 catalizzò l’attenzione della città coinvolgendo centinaia di persone in un lavoro che si rivelò, poi, soltanto una bolla di sapone.

L’appuntamento con Ciakke, si gira è per domenica 5 ottobre alle 17.30 al Teatro Vertigo via del pallone 2 Livorno. Info e prenotazioni 0586210120

 

 

 

 

 

Riproduzione riservata ©