Cavalleria Rusticana, torna in Fortezza

Mediagallery

Amore e gelosia, passione e tradimento: tutta la forza del dramma che ha reso celebre nel mondo “Cavalleria rusticana” di Pietro Mascagni, risuonerà da giovedì 30 luglio per tutta la durata di “Effetto Venezia” tra le volte rinascimentali della sala Canaviglia in Fortezza vecchia a Livorno, sul palcoscenico che porta il nome del compositore livornese.

Dalle ore 21.30 l’opera, nella coinvolgente riduzione in forma scenica curata dal Teatro Goldoni, si avvarrà di un cast largamente rinnovato rispetto alle sue ultime apparizioni e viene riproposta in occasione del 70° anniversario della scomparsa del suo autore, avvenuta a Roma il 2 agosto 1945. Proprio il 2 agosto, a chiusura della manifestazione estiva di musica, cultura, arte e spettacolo del Comune di Livorno in collaborazione con la Fondazione Goldoni, si terrà la giornata speciale con inizio ore 21 “Pietro Mascagni, uomo e musicista”, una biografia raccontata tra musiche e parole: l’iniziativa ad ingresso libero, condotta dal musicologo Fulvio Venturi, si avvarrà della collaborazione del Circolo Musicale Amici dell’Opera Galliano Masini con i soprani Valentina Boi ed Alessandra Rossi Trusendi  e la partecipazione della pronipote di Mascagni Guia Farinelli Mascagni; seguirà alle ore 22.30 l’ultima rappresentazione di Cavalleria.

Con la regia di Emanuele Gamba, il capolavoro del musicista labronico andrà così in scena con Silvia Pacini (Santuzza), Simone Frediani (Turiddu), Michele Pierleoni (Alfio), Fulvia Bertoli /Katia Tempestini (Mamma Lucia), Maria Salvini (Lola) e al pianoforte Anna Cognetta. L’impianto drammaturgico è stato pensato apposta per far vivere in primo piano al pubblico le vicende della novella del Verga da cui fu tratta, quasi a contatto fisico con i protagonisti stessi. La pedana posta al centro della sala rappresenterà così i vari luoghi della storia: la taverna di Mamma Lucia,  la piazza, tracce di un paese che segna lo spazio in cui si dispiegherà il percorso drammatico di Santuzza, donna forte, determinata, padrona delle proprie azioni e del proprio destino, e per questo emarginata dal conformismo della comunità e della collettività che la circondano. Il pubblico assisterà alla rappresentazione seduto intorno ai cantanti, partecipando ancora più intensamente allo svolgersi degli eventi ed in alcuni momenti interagendo con gli artisti stessi, ad esempio durante il celebre brindisi che precede il precipitare degli eventi. Elementi scenici essenziali e costumi evocativi, caratterizzeranno l’allestimento, immergendo il pubblico per un’ora nella magia della lirica e del Teatro del massimo compositore livornese.

 

Per assistere alle recite di Cavalleria del 30 e 31 luglio e del 1 agosto (inizio alle ore 21.30) e del 2 agosto (inizio alle 22.30) è previsto un  biglietto di posto unico € 7 che sarà possibile acquistare da sabato 25 luglio e fino alle ore 12 di venerdì 31 online sul sito del Goldoni www.goldoniteatro.it e sul sito www.boxol.it oltre che nei punti vendita del circuito Box Office Toscana. Inoltre, nelle sere di spettacolo, i biglietti saranno disponibili al botteghino della Canaviglia in Fortezza Vecchia a partire dalle ore 20.30.

 

Riproduzione riservata ©