Ecco le Ugopiadi 2015. Carlini-sceriffo

Mediagallery

Grande successo per questa 12esima edizione delle Olimpiadi del cane carlino o meglio conosciute ormai da tutti come Ugopiadi (clicca sul link in fondo all’articolo per vedere le immagini di Simone Lanari e di Elena Buccelli). Un tema eccezionale ha tenuto banco tra i partecipanti di questa edizione 2015: il “Far West”. E così ecco sfilate di amici a quattro zampe in versione sceriffo della contea, con tanto di speroni, stelle, pistole e diligenze. Non poteva mancare neanche il mangiafuoco “Rufus” (Francesco Rosi) che ha incantato grandi e piccini tra una prova e l’altra degli amici a quattro zampe in versione vecchio west.
Si è conclusa così con un grande successo la dodicesima edizione della Ugopiadi, i giochi nazionali del cane carlino che si sono svolti ieri, 11 ottobre 2015, presso l’agriturismo Cà Lo Spelli di Guasticce in provincia di Livorno.
DSC_8141Gli ‘atleti olimpionici’, i simpatici cani di razza carlina, hanno raggiunto in questa edizione dedicata al Far West il numero record di sempre. Alla manifestazione hanno preso parte, infatti, quasi 200 esemplari, provenienti da tutta Italia, ma anche dall’estero, come Spagna, Francia e Svizzera. Oltre ad attirare tantissimi amici a quattro zampe, le Ugopiadi hanno visto la partecipazione di un migliaio di persone, tra accompagnatori dei cani, spettatori e semplici curiosi.
DSC_8097La giornata di domenica è partita alle 10,30 con il Carlino Pride, la sfilata originale e simpatica di tutti i cani in gara. Tema di questa edizione, come detto, il Far West. Hanno sfilato, a quattro zampe o a bordo di calessi, carlini – e padroni – vestiti da cow boy, con fazzoletti al collo e cappelli, ma anche carlini pellerossa travestiti da indiani d’America.
Le Ugopiadi sono, quindi entrate nel vivo, con le gare di atletica molto leggera. I cani, che si sono trascinati in gara anche i propri accompagnatori, hanno percorso i 100 metri, i 100 metri con ostacoli e la maratona (i metri in realtà erano proporzionati alle dimensioni del cane, quindi circa 20 per le gare di velocità e qualche decina per la maratona).
Le Ugopiadi, organizzate dall’omonima associazione di Livorno e patrocinate dal Comune di Collesalvetti, hanno beneficiato dell’assistenza di un veterinario, il dottor Edoardo Gonzaga, che per tutta la giornata ha assistito alla manifestazione, svolgendo consulenza e visite gratuite. Presente anche un esperto educatore cinofilo FICSS, il ‘professore dei carlini’ Luca Santamaria. L’edizione 2015 delle Ugopiadi è stata la prima a essere cardioprotetta, grazie alla presenza di una postazione DAE con due defibrillatori messi a disposizione dall’azienda EMD118, con personale dello staff formato al suo utilizzo. In loco anche un’ambulanza della Misericordia.

Per informazioni sull’evento e per reperire materiale fotografico: www.ugopiadi.it, pagina Facebook Ugopiadi,  [email protected], oppure contattare Stefano Pampaloni 347.1557580, [email protected]

 

 

 

 

Riproduzione riservata ©