Artisti livornesi in mostra a Cascina

Mediagallery

Per non dimenticare, per parlarne sempre, ogni giorno, e fermare la strage di donne uccise da mariti, ex, fidanzati, amanti o da semplici conoscenti, l’associazione Rossograbau Contemporanery Arts presenta all’ex-Palazzo Pretorio di Cascina (corso Matteotti 92) una mostra ed eventi di arte contemporanea dal titolo “Non dirlo a nessuno”. Moltissimi gli artisti labronici che partecipano alla rassegna che verrà inaugurata sabato 22 novembre (ore 17) e proseguirà fino a lunedì 8 dicembre. L’evento, ideato e curato da Giorgio Conti con la collaborazione di  Maurizio Faleni, Fabio Mattolini e Adriana Ristori, ha il patrocinio del Comune di Cascina.

Sabato prossimo dunque verrà inaugurata la mostra d’arte con il “Reading Rosagrabau” a cura delle autrici livornesi Stefania D’Echabur e Sandra Mazzinghi che leggeranno brani scelti dai loro racconti e pubblicazioni. Saranno accompagnate dalla musica di Roberto Fiorini e Irene Busonero.

Saranno esposte le opere di Manlio Allegri, Federica Balestri, Maurizio Biagini, Katia Cirenei, Andrea Conti, Giorgio Conti, Giuseppe Donnaloia, Bruno Florio, Paolo Francesconi,  Fabrizio Giorgi,  Massimiliano Luzzi, Giorgia Madiai, Giovanna Marino, Fabio Mattolini, Gianfranco Menconi, Silvia Menicagli, Piero Mochi, Paolo Netto,  Eleonora Nicita, Roya Persian, Mario Walter Pinelli, Andrea Pucci, Gaia Rinaldi, Adriana Ristori e Nicoletta Testi.

La mostra sarà aperta dal giovedì alla domenica, dalle ore 16 alle ore 19.30. Ingresso gratuito.
I prossimi appuntamenti: martedì 25 novembre (ore 16) – Flash Mob “Nuovo bacio in paradiso” davanti al Palazzo Comunale di Cascina, Evento a cura di Ephraim Pepe.

Domenica 7 dicembre (ore 16) – Proiezione di “Beauty”. Musiche e montaggio di Sara Saccomani, fotografie di Davide Piccinini. Artista Gaia Rinaldi con Chandra Point.

Lunedì 8 dicembre (ore 17.30) – Commedia teatrale “Due partite dedicate a Penelope”. Regia di Alessia Cespuglio, con Alessia Dichio, Giovanna Gorelli, Patrizia Romano e Veronica Socci.

Partecipazione agli eventi di Amnesty International Pisa.

Riproduzione riservata ©