In Fortezza Vecchia lo show-monologo sulla legalità

L’evento è in programma per martedì 29 luglio alle ore 21,15 in Fortezza Vecchia anche se piove. Si svolgerà al chiuso

Mediagallery

Un monologo intenso, serrato, brillante e appassionato sul business della contraffazione e sui gravi rischi per chi acquista il falso e sui danni per l’economia.  E’ quello che l’attrice Tiziana Di Masi recita in “Tutto quello che sto per dirvi è falso”, spettacolo teatrale scritto dal giornalista e drammaturgo Andrea Guolo, che approda a Livorno dopo alcune tappe in giro per l’Italia, grazie alla volontà della Camera di Commercio.
L’evento è in programma per martedì 29 luglio alle ore 21,15 alla Fortezza Vecchia di Livorno. La Camera di Commercio offre alla cittadinanza lo spettacolo per far crescere la cultura della legalità e la consapevolezza dei rischi e dei danni che il falso produce sia alle persone che all’economia. Lo spettacolo si tiene anche in caso di maltempo, nella sala adiacente allo spazio aperto, sempre in Fortezza Vecchia. Il percorso di teatro civile che Tiziana Di Masi e Andrea Guolo hanno avviato con “Mafie in Pentola” affronta ora il business della contraffazione, e lo fa a 360 gradi: dall’agroalimentare alla moda, dalla farmaceutica alla meccanica, dalla tecnologia audio a quella video, solo per citare i principali ambiti di questo grande macchinario del falso. Una sorta di inchiesta giornalistica che coinvolge il pubblico, sospesa tra ironia e approfondimento, che usa un linguaggio di immediato impatto e si avvale del supporto di proiezioni video: il pubblico si sente coinvolto e acquisisce consapevolezza del suo ruolo di consumatore.
Prodotto da La Piccionaia-I Carrara / Teatro Stabile di Innovazione, lo spettacolo ha debuttato con successo lo scorso ottobre al Teatro Goldoni di Venezia e sta ora continuando la sua tournèe nazionale di formazione e informazione nelle principali piazze italiane. Il progetto è nato grazie al contributo della Regione Veneto e di tutto un insieme numeroso di enti ed associazioni dei consumatori ed enti di tutela dei prodotti italiani.
A livello locale, l’iniziativa è stata condivisa sia dalle associazioni di categoria che dagli enti preposti al controllo e alla lotta alla criminalità e al traffico di prodotti contraffatti. Il Comune di Livorno l’ha inserita nelle manifestazioni di Effetto Venezia 2014.

Il programma
21,15 – Ingresso
21,30 Alberto Bucci introduce la serata
21,35 Spettacolo
Al termine, Alessandro Bartoli, dirigente CCIAA Livorno, spiega il progetto legalità e introduce una serie di brevi ma efficaci testimonianze di Autorità preposte alla lotta della contraffazione e di rappresentanti delle categorie economiche:
– Cap. Gennaro Riccardi, NAS Carabinieri Livorno
– Ten. Matteo Filippi, Guardia di Finanza Livorno
– Oreste Gerini, direttore Ispettorato centrale qualità e repressione frodi di Pisa
– Massimo Ricasoli e Luigi Garruto, rispettivamente direttore provinciale Agenzia Dogane Livorno e responsabile area verifiche e controlli
– Andrea Raiano, Lega consumatori Livorno
– Paolo Brogi, vicepresidente Unione Federmoda CNA Livorno
– Cinzia Pagni, presidente CIA Livorno
– Giannantonio Cesari, presidente Confcommercio Livorno
– Maristella Calgaro, presidente Confesercenti Livorno
Conclude Sergio Costalli, Presidente CCIAA Livorno.

Riproduzione riservata ©