Amore e disabilità a Livorno, il libro della giornalista Antonia Casini

Mediagallery

Un libro e un progetto. Sarà presentato sabato 24 maggio alle ore 17.00, al Parco del Mulino di via Fontani a Livorno, il romanzo “Diversamente amore” di Antonia Casini che nella struttura dell’Aipd (Associazione italiana persone down) è ambientato. Oltre all’autrice, interverranno il presidente nazionale Aipd, Mario Berardi, e quello labronico, Daniele Tornar. Nell’occasione sarà fatta una raccolta fondi per il Ca’ Moro, il peschereccio che l’associazione ha trasformato in un ristorante. Un’opportunità importantissima di lavoro per le persone down.

Il libro – Esistono amori diversi e l’amore fra persone diverse? Quanto diverse? Se lo chiede l’autrice, Antonia Casini, giornalista della Nazione che, dopo varie inchieste sulla disabilità, sui diritti negati, come quello al lavoro, fa un passo avanti attraverso un romanzo che affronta un tabù, la sfera emozionale e sentimentale dei diversamente abili, in particolare quella dei down. Si parla con tenerezza di legami fra ragazzi down. Ma che cosa succede se l’amore varca i ‘confini’ e scoppia fra un down e un non down?. L’ordine viene sconvolto. La storia raccontata in “Diversamente amore” e ambientata al Parco del Mulino di Livorno ha per protagonisti due giovani. Matteo, down, assunto in Provincia grazie anche a una legge, la 168, che a distanza di 15 anni resta spesso disattesa, frequenta il Parco dove si tengono corsi di autonomia e avviamento a una professione. Sa di essere down e soffre per il suo aspetto e per quelli che lui riconosce come suoi limiti; Anna, psicologa, bella e anche lei a suo modo diversa, è operatrice nella stessa struttura. Un percorso complicato per accettare una felicità che non è canonica e che conduce il lettore, fra ironia e delicatezza, alla conclusione che l’amore è sempre vita, anche quello diverso e che, come scrive nella postfazione la professoressa Donatella Marazziti, psichiatra di fama internazionale, “non possono e non dovrebbero esistere aggettivi per il sentimento umano più elevato, l’amore appunto che, semplicemente, è”. Il romanzo termina con una serie di interviste realizzate dalla stessa autrice che descrivono l’esperienza di padri, madri e operatori. L’autrice – Antonia Casini, 36 anni, giornalista della Nazione, lavora per il quotidiano fiorentino dal 2000. È sposata e ha una figlia. Originaria di Pisa, vive da alcuni anni a Livorno, dove ha ambientato molti dei suoi racconti. “Diversamente amore” è il suo primo romanzo.

La copertina – Piero Sbrana, fotografo pisano, ha vinto numerosi premi in Italia e all’estero (www.pierosbrana.it). E’ specializzato nel “mosso” e nel bianco e nero. Dal 2011 è stato rieletto delegato provinciale Fiaf (Federazione italiana associazioni fotografiche).

La casa editrice – MdS Editore è una piccola e agguerrita casa editrice gestita da tre giovani appassionati di letteratura e sfide: Sara Ferraioli, Carmine Santangelo ed Elena Sbrana. Questo trio – con grande spirito di iniziativa e una buona dose di coraggio – ha dato vita a un nuovo marchio editoriale, presente online con la rivista Maniditsrega.it (che contiene più di 20 blog animati da altrettanti collaboratori) e sugli scaffali delle librerie con sette titoli editi nel primo anno di attività iniziato nel gennaio 2013. Dalla narrativa alla saggistica, i libri di MdS Editore nascono dalla voglia di realizzare progetti culturali che uniscano all’amore per la cultura l’interesse per il territorio (in special modo quello delle province di Pisa, Livorno e Lucca) e le persone che lo vivono.

Riproduzione riservata ©