“Love-Piano Solo Tour”. Allevi torna al Goldoni

Mediagallery

Giovanni Allevi, uno dei compositori più interessanti e creativi dell’attuale panorama internazionale, torna ad esibirsi dal vivo con il suo pianoforte in “Love – Piano Solo Tour”, una serie di attesi concerti che dopo il debutto europeo avvenuto a fine febbraio alla Cadogan Hall di Londra proseguono in Italia per tutto il mese di aprile: una delle primissime tappe è fissata al Teatro Goldoni di Livorno venerdì 10 aprile, alle 21 per la sezione “Eventi” del Goldoni realizzato in collaborazione con Menicagli pianoforti e Leg. (Sabato il musical Evita sul palco del Goldoni, clicca qui per tutte le info).

Con “Love”, Allevi presenta un nuovo progetto e un titolo che è una vera e propria affermazione d’amore: un viaggio nell’anima attraverso tredici pagine di un diario musicale autentico, sincero e fortemente emotivo, per raccontare l’amore nelle sue molteplici forme.

Si tratta del nono album di studio per il 45enne musicista ascolano trapiantato a Milano, l’ultima tappa di un percorso di crescita artistica e umana del compositore, pianista e direttore d’orchestra, che ha già ottenuto numerosi riconoscimenti nella sua ventennale carriera. Love racconterà l’amore romantico in Loving you, quello quotidiano in Come with me, quello fisico in Lovers, l’amore struggente in Asian Eyes, quello sublime in Amor sacro, quello per le persone più care in My family e La stanza dei giochi, l’estasi d’amore di Yuzen, l’amore per le cose semplici di Sweetie pie, e per quelle apparentemente più complicate It doesn’t work, quello per sé – che è anche il più difficile – de L’Albatros (ispirato alla poesia di Baudelaire) e per i lati più complessi della propria personalità, The other side of me, fino ad arrivare al cosmico desiderio di libertà di Asteroid 111561 (dal nome dell’asteroide che la NASA ha recentemente dedicato al compositore).

Dal primo all’ultimo brano, così per come compaiono nel suo nuovo album fino agli immancabili bis dedicati al suo repertorio, “Love” si caratterizzerà soprattutto per essere una dichiarazione d’amore per il pubblico che da oltre venti anni lo segue con costante affetto.

Laureato con Lode in Filosofia e con due diplomi di Conservatorio, conseguiti con il massimo dei voti in Pianoforte e Composizione, Giovanni Allevi è diventato in breve tempo un fenomeno sociale, grazie al suo straordinario talento e carisma. Entra nell’immaginario collettivo delle nuove generazioni che affollano i suoi concerti. Le sue composizioni tratteggiano i canoni di una nuova “Musica Classica Contemporanea”, attraverso un linguaggio colto ed emozionale, che prende le distanze dall’esperienza dodecafonica e minimalista per affermare una nuova intensità ritmica e melodica europea fondata sulle forme della tradizione classica infuse dei suoni del presente.

Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana per i suoi meriti artistici, tiene tanti i concerti e tournées internazionali dalla Carnegie Hall di New York, alla Queen Elizabeth Hall di Londra, all’Arena di Verona, facendo tappa in ogni metropoli tra cui Parigi, Berlino, Los Angeles, Seoul, Tokyo, con continui successi di pubblico e discografici, più volte disco d’oro e disco di platino.

Allevi è anche scrittore di successo: per Rizzoli ha pubblicato “La musica in testa” divenuto best seller e vincitore del Premio Letterario “Elsa Morante” e il libro fotografico “In viaggio con la strega”; suo ultimo libro “Classico ribelle”, manifesto estetico della sua poetica musicale.

Il concerto è fuori abbonamento. Biglietti ancora disponibili presso il botteghino del Goldoni (tel. 0586 204290) dal martedì al sabato con orario 17-20 ed on line sul sito www.goldoniteatro.it e www.boxol.it oltre che nei punti vendita del circuito Box Office; il prezzo dei biglietti va dai 23 € ai 40.

Riproduzione riservata ©