Alla Goldonetta in scena “La Peggiore”

Mediagallery

Mercoledì 3 febbraio (ore 9.30) al Teatro La Goldonetta andrà in scena “La peggiore” ; storia semiseria sui bisogni dell’adolescenza rivolta alle scuole secondarie di 1° e 2° grado della città.
Musica di Sofia Assirelli, Mirko Cetrangolo e Cristiano Testa, per la regia di Fabrizio Cassanelli, coordinamento drammaturgico di Donatella Diamanti. Lo spettacolo è inserito nella Rassegna Teatrale “Mille storie alla ribalta”, promossa dal Comune di Livorno in collaborazione con la Fondazione Teatro Goldoni, Ars Nova , NTC e Fondazione Sipario Toscana, con l’organizzazione, coordinamento e consulenza pedagogico-didattica del CRED Centro Risorse Educative e Didattiche del Comune di Livorno.
“La peggiore” racconta l’incontro casuale, eppure importantissimo, tra due adolescenti: una etichettata come difficile, l’altra in difficoltà senza che nessuno se ne accorga. Valentina ha 17 anni. Sena ha 16 anni Sena vive in una bella casa con la sua famiglia. Valentina vive in una casa famiglia. Sena è prima in tutto, o almeno così credono i suoi genitori. Valentina è “un ammasso unico di cattiveria”, invece. E’ il direttore della casa famiglia che l’ha detto. Le ha detto che di tutte quelle che sono passate da lì, lei è senza dubbio la peggiore. Un bel giorno Sena e Valentina, stanche di essere ciò che dicono gli altri, prendono le loro cose e se ne vanno, la prima non sa neanche lei dove, l’altra dove lo sa bene. Fin troppo bene. Lo scricciolo impaurito e la leonessa ferita, unite dalle diverse fragilità che hanno nello stare al mondo, finiscono per scegliersi e insieme intraprendere un viaggio che le cambierà profondamente. Un viaggio fatto di emozioni, di parole non dette e di altre dette troppo forte, con l’irruenza e la sincerità concessa solo alla vera amicizia.

Riproduzione riservata ©