Al via il cineforum per nonni e nipoti. Il programma

Mediagallery

Per nonni e nipoti, insomma “per tutti”, Nido del Cuculo e Auser, in collaborazione con la Circoscrizione 2, organizzano un ciclo di proiezioni dal titolo “Ansia No”.
Un cineforum pomeridiano nella sala conferenze della Circoscrizione 2 (scali Finocchietti), per mettere insieme persone di età diverse che abbiano voglia di chiacchierare di cinema e stare in allegria, facendosi passare anche l’eventuale “ansia”…
Si parte il 13 marzo con il film “C’è chi dice no”; si prosegue il 27 marzo “Con La vita è meravigliosa”; il 10 aprile ci sarà “Il lato positivo” e si chiude a fine aprile con “A qualcuno piace caldo”.
L’inizio delle proiezioni è alle ore 17.00, è previsto un piccolo buffet di benvenuto offerto dall’organizzazione dalle ore 16.30.
L’ingresso è gratuito.
L’iniziativa è stata presentata alla stampa da Fiorella Cateni e Giovanna Calabrò per Auser, e Francesco Pacini, Giacomo Pisani, Andrea Cavallini per Nido del Cuculo.
L’idea nasce da un piccolo documentario che il Nido del Cuculo, attraverso uno stage gratuito, nell’estate del 2012 ha girato a Livorno centrando l’attenzione sul mondo degli anziani. Proprio da qui nasce il gioco di parole Anziano / Ansia No che tende a sottolineare il differente modo di approcciarsi, spesso più scanzonato e rilassato delle persone “più mature” rispetto a quello dei giovani.
Un’iniziativa in linea con gli obiettivi di Auser che vuole rendere gli anziani protagonisti della propria vita, non un peso ma una risorsa per loro stessi, per gli altri e per le generazioni più giovani.

Info: 0586-899097, [email protected]

Informazioni sui film in programma

C’è chi dice no
Un film di Giambattista Avellino con Paola Cortellesi, Luca Argentero e Paolo Ruffini. (Italia 2011)
Max è un precario di talento impiegato presso un quotidiano locale dove sogna di essere assunto ma viene ancora una volta scalzato dal raccomandato di turno. Samuele insegna diritto penale mentre aspira al posto da ricercatore e assiste un barone universitario che gli preferisce da sempre segnalati incapaci. Irma è una dottoressa appassionata in attesa di un contratto, soffiato in zona Cesarini dalla procace fidanzata del primario. Ex compagni di liceo, ritrovatisi a una cena commemorativa, Max, Samuele e Irma si scambiano difficoltà e dilemmi e decidono di fare fronte comune contro la piaga della raccomandazione. Fondatori di un movimento virtuale, “I pirati del merito”, diventeranno le (lunghe) ombre nere della coscienza dei ‘segnalanti’, incalzandoli con molestie e rappresaglie decisamente creative.

La vita è meravigliosa
Un film di Frank Capra con James Stewart (USA 1946).
A Bedford Fall il brav’uomo George Bailey, onesto e sfortunato, vuol togliersi la vita. Gli appare, nelle vesti di un simpatico vecchietto, il suo angelo custode e gli mostra come sarebbe stato il mondo se non fosse mai nato. È il film di Natale per eccellenza, uno dei capolavori del cinema sentimentale di tutti i tempi. L’americano R. Sklar scrisse che ha 2 registi: Frank Capra e Dio, realizzatore di miracoli nel film, ma anche autore di un film dentro il film. Stewart dà il meglio in un personaggio che passa dall’ottimismo al pessimismo più nero come la commedia passa dal comico all’incubo, dal documentario alla favola.

Il lato positivo
Un film di David O. Russel con Bradley Cooper, Robert De Niro e Jennifer Lawrence (USA 2013)
Pat esce dall’ospedale psichiatrico dopo otto mesi di trattamento con una sola idea in testa: rimettersi in forma e riconquistare la moglie Nikki. Un divieto di avvicinamento lo costringe, però, nel frattempo, in casa con la madre e il padre, che ha perso il lavoro e si è dato alle scommesse, e gli impone degli incontri settimanali con il dottor Patel. A questo punto, la già precaria autodisciplina di Pat viene sconvolta dall’incontro con Tiffany, giovane vedova con una recente storia di dipendenza da sesso e psicofarmaci. In cambio della sua intercessione presso Nikki, Tiffany vuole infatti che Pat le faccia da partner per un bizzarro concorso.

A qualcuno piace caldo
Un film  di Billy Wilder con John Lemmon, Tony Curtis e Marilyn Monroe. (USA 1959)
Chicago, 1929. Joe e Jerry suonano in un’orchestrina che si esibisce nella sala nascosta di un’agenzia di pompe funebri. Il proibizionismo impera e i gangster escogitano tutti gli stratagemmi per poter spacciare l’alcol. I due, sfuggiti a una retata e in cerca di una scrittura, si ritrovano ad essere testimoni del massacro della notte di San Valentino. Costretti a fuggire perché scoperti dalla gang del temibile Ghette, ai due non resta altro che travestirsi da donne per far parte di una band al femminile che sta partendo per esibirsi in Florida. Da quel momento saranno Dafne e Josephine. Non sanno che si troveranno davanti l’affascinante Sugar Kane e che entrambi ne verranno attratti. Riusciranno a conservare la loro falsa identità?

Riproduzione riservata ©