Al Grattacielo doppio appuntamento con “Il nuovo appartamento”

Mediagallery

Venerdì 19 e sabato 20 alle 21.15 e domenica 21 alle 17.30 al Centro Artistico il Grattacielo (via del Platano, Livorno) la Compagnia “Piccolo Teatro Città di Livorno” porta in scena la commedia giallo-grottesca “Il Nuovo Appartamento“, scritta e diretta da Beppe Ranucci, con l’assistenza tecnica di Ephraim Pepe e Francesca Ranucci e le musiche originali di Roberto Sbolci. Dopo i recenti successi ottenuti con “Li Sfollati” al Teatro Goldoni e “Ir Fidanzamento Aristocrati’o” Nuovo Teatro delle Commedie, il noto regista livornese Ranucci torna dopo vari anni di assenza al “Piccolo Teatro Città di Livorno”, che da 61 anni è la compagnia teatrale stabile del Grattacielo, dichiarando che “si ritorna sempre, con un pizzico di nostalgia, ma anche con l’illusione di poter cancellare con un colpo di spugna gli innumerevoli anni passati. Calcando le stesse tavole, toccando gli stessi interruttori, vedendo la stessa buca del suggeritore, mi sembra di essere tornato ai tempi del grande Valentino Davanzati, con quale ho iniziato, ho avuto tanti “scozzi”, ma che è stato per me e per tanti altri una grande scuola. E ho ritrovato tanti vecchi amici, come Luciano Lessi a Sandro Andreini”. Lo spettacolo di questo fine settimana non è, a differenza degli ultimi successi di Ranucci, in vernacolo, bensì in lingua italiana, ambientato in una qualsiasi città del Paese. “Il Nuovo Appartamento” è la storia di due amici, l’attore Ruggero e il rappresentate di scarpe Enrico, che prendono in affitto insieme un appartamento: è accogliente ed ubicato in una bella zona, ma il condominio è abitato da persone assai strane. I due amici si stanno appena sistemando, quando ricevono la visita di vari condomini, ognuno dei quali racconta verità molto diverse e originali. Prima i coniugi Altamura, personaggi grotteschi e bizzarri, vanno a dire a Ruggero ed Enrico che la signora Colosimo che abita al piano di sotto è una pazza scatenata che accusa il marito di averle ucciso l’ex fidanzato; poi la signora Colosimo, bella ed un po’ svampita, conferma con particolari raccapriccianti che il proprio marito è un pericoloso assassino; infine si presenta proprio il signor Colosimo, uomo rozzo e sbrigativo, che mette in guardia i due malcapitati giovani sui signori Altamura che abitano al piano di sopra: sono dei pazzi assassini che ammazzano, smembrano e sciolgono nell’acido tutti gli inquilini che vanno ad abitare nell’appartamento ora occupato dai due protagonisti! A questo quadro misterioso ed assurdo si aggiunge Luchino De Floris, anche lui con un’oscura vicenda legata a quel “maledetto” appartamento. A chi credere? Dove sta la verità? In questo nuovo lavoro teatrale, Ranucci costruisce in modo sapiente una commedia di stampo pirandelliano, dove si mescolano giallo e grottesco, uniti da momenti di sana comicità e “conditi” da colpi di scena a non finire, fino al finale. Il cast è costituito da giovani attori provenienti dalla Scuola di Recitazione “Laura Ferretti” del Grattacielo, accanto ad altri più esperti e ben noti al pubblico labronico: Leonardo Barinci, Alessandro Weiss, Sandro Andreini, Daniela Salucci, Valentina Lombardi, Edoardo Ripoli e Michele Cuchel. Biglietto 10 euro intero 8 euro ridotto 6 euro soci Grattacielo. Info e prenotazioni sms e tel. 329.27.31.207.

Riproduzione riservata ©