Terremoto, ecco il vademecum del Comune

“La terra trema… io no!” è un vademecum di facile lettura che spiega che cosa fare in caso di terremoto. L'opuscolo informativo è stato realizzato dalla Protezione Civile comunale

Mediagallery

“La terra trema… io no!” è il nuovo opuscolo informativo, realizzato dalla Protezione Civile comunale, sui rischi sismici della città di Livorno; un vademecum di facile lettura che spiega che cosa fare in caso di terremoto (clicca sul link in fondo all’articolo per scaricare il depliant informativo).
L’Italia è un paese quasi interamente sismico, classificato in zone a diversa pericolosità. Il nostro Comune è situato in una zona classificata dalla Regione a pericolosità sismica 3: ciò significa che, nonostante sia considerato un rischio contenuto, Livorno non è immune da possibili terremoti anche forti.
Da qui è partita l’idea dell’iniziativa dal titolo “La terra trema… Io no!” che ha visto la realizzazione di un percorso didattico nelle scuole (mostre ed esercitazioni) ed ora la predisposizione di un depliant con regole e suggerimenti su come comportarsi in caso di terremoto da destinare a tutti i cittadini.
“Abbiamo pensato ad un prodotto di facile lettura per grandi e piccoli – dichiara Leonardo Gonnelli, dirigente della Protezione Civile – e che sia soprattutto utile, anche nel suo formato tascabile” “ Proprio per la sua utilità – aggiunge – è necessario che venga distribuito in modo capillare su tutto il territorio e arrivi nelle case dei livornesi.” A tal fine la campagna di distribuzione del depliant vedrà la fattiva collaborazione degli edicolanti cittadini che hanno dato la loro disponibilità a consegnare nel prossimo weekend 12 mila copie dell’opuscolo alla loro clientela. “La sicurezza delle nostre case è una responsabilità che spetta ad ogni proprietario – spiega il sindaco Filippo Nogarin – perciò è molto importante sapere che cosa fare per renderle più sicure per noi stessi e per le nostre famiglie”. “La Terra trema …io no” è scaricabile dal sito web del Comune, dalla pagina dedicata alla Protezione Civile, nella sezione “novità”. E’ inoltre reperibile presso l’URP del Comune, presso la sede della Protezione Civile (via dell’Artigianato) e verrà distribuito anche sugli stabilimenti balneari.

L’opuscolo è suddiviso in due parti:
nella prima, oltre alle informazioni generali sul funzionamento della Protezione Civile locale, vengono identificati i comportamenti corretti da attuare prima, durante e dopo un evento sismico; nella seconda vengono elencate le “10 buone abitudini” per rendere le nostre case più sicure. L’opuscolo “La Terra trema …io no” è stato presentato ufficialmente a palazzo comunale nel corso di una conferenza stampa in cui è stato fatto anche il punto del lavoro portato avanti dal Comune di Livorno , teso alla conoscenza sismica del proprio sottosuolo e alla predisposizione di una cartografia tematica di elevata specializzazione. A breve la Protezione Civile porterà a termine infatti la Fase 4, ovvero la fase conclusiva di un grosso progetto di indagine geofisica per capire come si propaga l’onda sismica sul territorio livornese: quali sono le aree più esposte a rischio sismico. Indagini geofisiche sono state realizzate in numerose scuole cittadine così come è in corso la predisposizione di altre indagini in punti strategici della città (circa 35). Successivamente si passerà alla predisposizione delle prime carte che saranno messe a disposizione dei tecnici e dei cittadini.

 

Riproduzione riservata ©