Sheila Palermo, una vita tra le onde

Mediagallery

di Roberto Olivato

Il surf, sport molto praticato in Italia anche a livello amatoriale, in Toscana vede ben 15 scuole in attività: Spot1 Surf a Cecina, Yacting Club Versilia Surf e Tre quarti Surf School a Forte dei Marmi, A.s.d. Twkc Surf a Grosseto, Slow Surf e Tsunami Surf School a Camaiore, Wanda Surf Resort, Bagno Tirreno di Tritone e Nimbus Surfing Club Surf a Pietrasanta, Inside Surf a Camaiore, Superbank Conception Surf a Carrara, Windsurf Livorno Surf località Tre ponti Livorno, Loco Mosquito Surf a Castiglione della Pescaia, Centro Windsurf Vada Surf a Rosignano Marittimo e Logical Surf a Pisa. Grazie all’impegno di istruttori, ma anche degli stessi allievi, lo sport di origini hawaiiane è in costante crescita nei nostri mari tanto d’ aver creato a livello nazionale ed internazionale, campioni e campionesse, anche se la stampa nazionale, a parte quella specializzata, non osa parlarne più di tanto.

L’ultimo campionato nazionale assoluto Sup Race 2014- Baky Bay organizzato dalla Fisurf (federazione italiana surfing)  si è svolto a Bellaria Igea Marina su due distanze: sabato 13 settembre una ‘’long distance race’’di 12 chilometri ed il giorno dopo la ‘’Beach race ’’ su un percorso di 7. Il campionato di per sé, proprio per la poca reclamizzazione, è stato protagonista solo in una piccola emittente locale, nonostante alcuni risultati hanno dello straordinario come quelli realizzati dalla pisana Sheila Palermo, ma livornese d’adozione essendo funzionaria in un’agenzia di assicurazioni della nostra città e che da anni frequenta  la scuola Windsurf dei Tre Ponti, oltre ad altre realtà interregionali.

Al campionato nazionale ha ottenuto un ottimo piazzamento nella categoria all round donne. Arrivare sesta in questa competizione non è da poco: “Senz’altro sì – commenta Sheila – anche se il sesto posto che ho conquistato su ventotto atlete od il terzo posto al Beky Bay , sono risultati inferiori alle mie possibilità in quanto menomata da un infortunio alla spalla destra subito in allenamento”.
Mantenersi in forma nonostante impegni di lavoro non deve essere facile: “Effettivamente sottopormi a ritmi di allenamento che la specialità richiede non è semplice, ma grazie ai miei sponsor Roberto Ricci di Grosseto, alla Go Pro, ma soprattutto al mio team della Sup Trasimeno school con l’allenatore Marco Bedin, che hanno creduto in me, i sacrifici sono più che sopportabili. A giorni partirò per le Canarie per una serie di allenamenti e ad ottobre sarò di nuovo a Livorno al centro Ovo team per prepararmi per gli appuntamenti del prossimo anno”.

Riproduzione riservata ©