Ambulanza veterinaria Svs, 50 interventi in 6 mesi. “Offriamo un servizio sociale”

Mediagallery

di FRANCESCO SORRENTINO

Oltre 50 soccorsi in 6 mesi. E’ questo il dato emerso dalla conferenza stampa indetta dalla Svs per fare il punto della situazione sul servizio gratuito di ambulanza veterinaria che, da questa estate, garantisce il soccorso agli animali. Il servizio, nato per volontà della storica associazione di volontariato da sempre vicina ai temi sociali, ha avuto un importante risposta da parte della cittadinanza che si è rivolta al centralino del quartier generale di via San Giovanni non solamente per le emergenze degli animali cosiddetti “da compagnia” ma anche per le molte segnalazioni riguardanti gli animali selvatici in pericolo trovati lungo tutto il territorio. “Con questo mezzo – dice Vincenzo Pastore presidente Svs –  offriamo alla cittadinanza un servizio sociale che combacia con l’attenzione e l’amore che i livornesi hanno per gli animali, ed è anche questo il segreto del grande successo del progetto”. L’ambulanza, omologata appositamente per le emergenze veterinarie, pone la Pubblica Assistenza di Livorno come capostipite, a livello nazionale, di questa tipologia di servizio che implementa, a bordo del suo veicolo, tutte le attrezzature tecniche-specialistiche per intervenire efficacemente e con rapidità, messe a disposizione da Marida Bolognesi in onore della madre Emma Razzauti, recentemente scomparsa dopo una vita passata in compagnia dei suoi animali. “Questo mezzo – prosegue la sostenitrice dell’Ambulanza Veterinaria – ha inoltre l’importante compito di aiutare tutte le persone che hanno difficoltà a spostarsi autonomamente e che vogliano prendersi cura del proprio animale I volontari, infatti, oltre all’intervento in situazioni di necessità, offrono il loro intervento diretto anche per le normali attività di assistenza dell’animale che esulano dall’emergenza e che possono essere programmate contattando il numero: 0586 888888”.
“Il servizio ha già all’attivo oltre 50 interventi – dice Daniele Pasquini, responsabile del progetto – grazie all’attenta formazione che l’associazione ha fornito a noi volontari. Invito tutti coloro che fossero interessati a parteciparvi facendone richiesta tramite il sito www.pubblicaassistenza.it oppure presentandosi direttamente nella nostra sede”.

Riproduzione riservata ©