Preghiera e baci alle reliquie di Santa Caterina

Mediagallery

di Roberto Olivato

Sono stati tantissimi i fedeli che ieri pomeriggio, 29 aprile giorno della festa di Santa Caterina Dottore della Chiesa, Patrona d’Italia e d’Europa, si sono uniti in preghiera alla chiesa a lei intitolata in piazza dei Domenicani, dove la Santa è rappresentata con una statua lignea dello scultore Cesare Terrini. A concelebrare la S.Messa il Vicario del Vescovo don Ivano Costa, che ha ricordato come l’amore fervente verso Dio abbia dato coraggio a Caterina, rendendola donna di grande energia messa al servizio dei più poveri e delle ingiustizie del suo tempo, energia che le derivava dal fuoco divino che animava il suo cuore. “Un fuoco – ha ricordato don Costa – che deve essere presente nel cuore di ognuno di noi, perché dal quel fuoco nasce e si alimenta l’amore verso il nostro prossimo, facendoci veramente sentire tutti fratelli, perché ognuno di noi ha bisogno dell’altro”. Al termine della funzione religiosa don Placido Bevinetto ha provveduto all’ostensione delle reliquie baciate da tutti i fedeli.

 

 

Riproduzione riservata ©