L’Arma dei carabinieri celebra la “Virgo Fidelis”

Mediagallery

di Roberto Olivato

Si sono riuniti per celebrare tre eventi, i Carabinieri presenti per la prima volta nella chiesa di S.Pio X ed a ricordarli è stato il generale Sebastiano Comitini comandante della 2a Brigata Mobile Carabinieri che nel porgere il saluto al vescovo monsignor Simone Giusti, al parroco don Luciano Cantini  ed ai Carabinieri e familiari presenti, ha ricordato il triplice motivo della riunione religiosa motivata principalmente dalla ricorrenza della Virgo Fidelis Patrona dell’Arma dal 1949 per volere di Papa Pio XII, ma dove hanno trovato collocazione anche due altri avvenimenti quali il 74esimo anniversario della battaglia di Culcuaber che nel novembre del 1941 in Africa Orientale, vide il primo Battaglione Carabinieri venire decorato di medaglia d’Oro al Valor Militare e la celebrazione della Giornata dell’Orfano giunta al suo 19esimo anno. Nell’omelia il vescovo Giusti ha avuto parole di apprezzamento ” per il lavoro silente che voi quotidianamente, assieme alle altre Forze dell’Ordine svolgete a salvaguardia dell’incolumità di tutti noi. Il vostro lavoro vi porta ad essere solidali con la popolazione che in voi vede salvaguardata la propria libertà e sicurezza. Purtroppo – ha proseguito il vescovo- il male cerca sempre di prevalere come dimostra il terrorismo, ma come la zizzania è necessario estirparlo con la prevenzione e col controllo del territorio come voi sapete fare molto bene. Chi manca è sempre la politica che anche davanti a simili atrocità non riesce ad unire le proprie forze, dimostrando di non avere a cuore la vita della loro gente”. I fatti a cui faceva riferimento monsignor Giusti si riferivano agli ultimi avvenimenti di Parigi, ma mentre scriviamo è giunta notizia che estremisti Jiadisti hanno sequestrato 170 clienti di un albergo di Bamako  capitale del Mali.

Preghiera del Carabiniere

Dolcissima e gloriosissima Madre di Dio e nostra,
noi Carabinieri d’Italia,
a Te eleviamo reverente il pensiero,
fiduciosa la preghiera e fervido il cuore!

Tu che le nostre Legioni invocano confortatrice e protettrice
con il titolo di “VIRGO FIDELIS”.
Tu accogli ogni nostro proposito di bene
e fanne vigore e luce per la Patria nostra.

Tu accompagna la nostra vigilanza,
Tu consiglia il nostro dire,
Tu anima la nostra azione,
Tu sostenta il nostro sacrificio,
Tu infiamma la devozione nostra!

E da un capo all’altro d’Italia
suscita in ognuno di noi
l’entusiasmo di testimoniare,
con la fedeltà fino alla morte
l’amore a Dio e ai fratelli italiani.

Amen!

 

Riproduzione riservata ©