La Misericordia scende in campo con 350 volontari. Via alla maxi esercitazione “Liburnia 2015”

Mediagallery

di Daniele D’Ambra

Il 18,19 e 20 settembre la Misericordia di Livorno organizzerà l’addestramento di protezione civile “Liburnia 2015”.
“Importante la sinergia con il Comune, i vigili del fuoco e la capitaneria di porto per interventi d’emergenza che devono avere una preparazione adeguata- dichiara il commissario della Misericordia Domenico Mannino- in quanto, durante le operazioni di soccorso, tutte le forze in campo devono sapere chi dirige e chi deve eseguire gli ordini in maniera tale da eliminare i tempi morti”.
Mannino prosegue invitando la cittadinanza: “Sono 3 giorni importanti per imparare, con le 25 simulazioni, e la partecipazione della cittadinanza è fondamentale perchè in caso di pericolo chiunque deve conoscere le “giuste mosse” per non creare confusione all’arrivo dei soccorsi, conoscenze che negli altri paesi sono già presenti grazie alla frequenza di queste simulazioni.”
Prenderanno parte alle simulazioni i vigili del fuoco: “Saranno utilizzate squadre di terra e di mare per gli interventi sulla nave dove verrà simulato un incendio- descrive Paolo Gherardi, che prosegue- dal quale dovremmo portare in salvo i danneggiati, per i soccorsi al crollo scogliera e quello del 20 in località Monterotondo, del crollo di un edificio”.
Scenderà in campo anche la capitaneria di porto, e il capitano Massimo Tomei, Capo Servizio Operazioni, spiega gli interventi:” Interverremo sulla nave, la quale non ha passeggeri ma è in Porto per manutenzioni, insieme ai Vigili del Fuoco e tutti gli organismi portuali per dare anche i primi soccorsi.Successivamente saremo impegnati nel soccorso per il cedimento della scogliera in zona Calafuria nel quale faremo evacuare i danneggiati e decidere quale trasporto possa essere più efficiente, se via mare o via terra.”
Nell’organizzazione delle simulazioni anche il Comune ha dato il suo contributo e il Geometra Luca Soriani, dell’Ufficio Protezione Civile del Comune, dichiara: “Durante la simulazione del crollo dell’edificio utilizzeremo personale cinefilo,personale di soccorso e una squadra di operai del Comune per le vittime sotto le macerie, delimitando l’area interessata per non creare ulteriori rischi. Su richiesta della Regione ci focalizzeremo maggiormente sul post incendio per la bonifica dell’area in maniera tale che l’incendio non riattacchi a causa di piccoli focolai ancora presenti”.

Forze in campo Liburnia 2015:
356 Volontari
28 Ambulanze
45 Fuoristrada
6 Mezzi Anti incendio boschivo
41 Mezzi logistici
6 Natanti
25 Punti luce
21 Idrovore
1 Ospedale da campo
3 Postazioni mediche avanzate
37 Misericordie presenti
2 Associazioni (Assonautica Livorno e Società Nazionale Salvamento Sezione di Livorno)

Riproduzione riservata ©