“In punta di piedi per la vita”. Danza per il sociale

Mediagallery

di Roberto Olivato

Quando ancora echeggiano nell’aria, sulla stampa e nelle aule parlamentari, gli slogan, il vociare ed i canti dell’oceanica partecipazione di famiglie alla manifestazione del Family Day, svoltosi a Roma il 30 gennaio, a Livorno la famiglia è ancora protagonista grazie ad un’associazione che si pone a supporto di genitori toccati da una gravidanza in cui il feto presenti una malformazione e la cui vita è destinata a spegnersi nelle prime ore od alcuni giorni dopo la nascita. A prendersi cura di questi genitori è l’associazione onlus La Quercia Millenaria, guidata dai coniugi Bianca De Pascalis ed Alessandro Lumetta.
Signora De Pascalis un impegno gravoso ma senz’altro encomiabile il vostro. Come è nata questa associazione?
“Gli artefici sono stati due coniugi romani che nel 2003, a seguito di un rischio aborto superato però brillantemente, pensarono di creare un’associazione che potesse venire in aiuto di altre coppie a cui  veniva diagnosticata una gravidanza a rischio”.
In che cosa consiste la vostra attività?
“Ci preoccupiamo di affiancare  i genitori,  soprattutto le mamme, sino dalla gravidanza, fornendo cure diagnostiche, invasive e terapeutiche”.
Come siete strutturati?
” Abbiamo due punti nascita di eccellenza per il protocollo di Hospice Perinatale, uno a Roma presso il Policlinico Gemelli e l’altro a Pisa presso l’Azienda Ospedaliera Santa Chiara, dove io e mio marito prestiamo assistenza”.
Per raccogliere fondi per La Quercia Millenaria, Bianca ed Alessandro con la collaborazione dell’equipe di Danza Eden, hanno organizzato una rassegna di danza intitolata “In punta di piedi per la vita”,  a cui hanno aderito undici scuole toscane: Area danza, Centro studi armonia danza, New project dance, Oltre danza, Arte danza, Dea danza, Arkè danza, Butterfly, Ritnoteque, Abc danza e Danza Eden.
L’appuntamento è fissato presso il teatro 4 Mori per martedì 9 febbraio alle ore 17 ed alle 20,30. Per avere informazioni sull’Associazione e per l’acquisto dei biglietti per lo spettacolo di martedì, giunto alla sue seconda edizione, questi sono i recapiti:  signora De Pascalis 347-0445933 [email protected].

Riproduzione riservata ©